Start Reading

tra amore e poesia

Ratings:
28 pages5 minutes

Summary

Nato ad Ucria (ME) il 7/7/1941 Mancuso Salvatore proveniente da
una famiglia numerosa, costretto a lasciare gli studi per aiutare la
famiglia ha sempre mantenuto un ottimo rapporto con la
lettura, nei limiti delle sue possibilità, ha tenuto nascosto
un diario dove appuntava i suoi pensieri che lui definisce “tristi”,
sulla vita, sul perché siamo al mondo e sull'incertezza del futuro.
Non avendo ricevuto nessuno stimolo da parte della sua famiglia
a proseguire in questa passione ha ritagliato piccoli spazi nella
sua breve vita per dedicarsi a questa passione mai sopita.
Una passione irresistibile a volte respinta per timore di essere deriso,
sentendosi inferiore perché non aveva come altri la gioia di vivere
spensieratamente.
Nei suoi brevi scritti rimasti ricorrono spesso parole come tomba,
silenzio, sepoltura, quasi come un presagio di cio’ che sarebbe
avvenuto della sua vita nell'arco di circa trenta anni, un incidente
che lo portò alla morte a soli trentasei anni.
Nella sua breve vita ebbe modo di conoscere un grande amore,
se pur contrastato da questa sua tristezza e smania d’evasione,
che lo portano spesso a sbagliare ma che erano insiti nella sua
natura e non trovano nessun altra spiegazione che nel tentativo
di fuggire al presagio di una fine tragica.
Si sposò a soli diciannove anni con la musa ispiratrice delle
sue poesie più romantiche e passionali, Rosa Cimino,
da cui ebbe ben otto figli i quali conservano con lei nel cuore
il suo ricordo come di un bambino, di un ragazzo ancora incredulo
davanti al mistero della vita, ma che lascia nelle sue poesie frasi
indelebili di grande spirito interiore e di amore per la scrittura.

Read on the Scribd mobile app

Download the free Scribd mobile app to read anytime, anywhere.