Start Reading

Il curato di Tours

Ratings:
95 pages

Summary

QUESTO LIBRO È A LAYOUT FISSO

Pubblicato nel 1832, Il Parroco di Tours, ambientato in un chiostro buio e umido all’ombra della cattedrale di Tours, provincia particolarmente bi-gotta, ha per protagonisti un vicario sciocco, un canonico ambizioso e una zitella vendicativa.
Interessi egoistici e un profondo attaccamento alla vita terrena dominano i comportamenti di tutti i personaggi, che non recano in sé alcuna traccia di quella spiritualità che dovrebbe per lo meno caratterizzare i due ecclesiatici. Ciò che inevitabilmente emerge è uno spaccato critico e accusatorio del clero: se l’abate Troubert, avido e maligno genio del male, è attirato verso l’arcivescovado dal desiderio di potere, Birotteau, parroco stolto e inconsistente, nutre, come più alto desiderio, quello di trascorrere la sua esistenza abitudinaria in un confortevole appartamento, lo stesso da cui l’altro, con la complicità della zitella Gamard, proprietaria di quei locali e animata dal desiderio di ottenere la sua frivola rivalsa, si prefigge di scacciarlo.

“Gli occhi del buon vicario non raggiungevano quella gradazione che consente alla gente di mondo di avvedersi e prontamente schivare le asperità del prossimo e, per questo, per riconoscere le pecche della padrona di casa, fu costretto a subire l’ammonimento che la natura riserva a tutte le sue creature: il dolore!”.

Balzac, Honoré de Tours (1799 - 1850) scrittore francese, è reputato tra i massimi esponenti del realismo. Autore di un monumentale ciclo di romanzi e racconti che vanno sotto il titolo di La commedia umana, si ricordano, tra i tanti, Il colonnello Chabert (1832 ), Il medico di campagna (1833), Papà Goriot (1835), La cugina Bette (1846).

Read on the Scribd mobile app

Download the free Scribd mobile app to read anytime, anywhere.