Start Reading

Apprendimento e cambiamento nelle organizzazioni

Ratings:
384 pages4 hours

Summary

Nelle fitte e complesse trame dove l’esperienza del lavoro intreccia aspetti materiali e immateriali, la formazione e il cambiamento esprimono un binomio indissolubile.

Con un’ottimismo talvolta eccessivo, si pensa che il cambiamento si realizza principalmente sul piano delle scelte razionali, e investe principalmente i ruoli apicali delle organizzazioni. Questo modo di pensare, ancora diffuso, sembra ignorare alcune evidenze. In primo luogo, che qualunque cambiamento relativamente stabile e significativo è sempre il prodotto dell’attività di uomini e donne, indipendentemente dal ruolo sociale e dalla funzione che esercitano nella quotidianità.

Il richiamo alla soggettività rimarca una seconda evidenza: che gli ambienti di lavoro sono luoghi del “convivere” tra soggetti a cui non è dato scegliersi tra loro. Contenitori di emozioni, bisogni, desideri e vicende personali. Ambienti spesso produttori di diseguaglianze, conflitti, ingiustizie e manipolazioni, dove l’individuo sembra trovare considerazione e riconoscimento principalmente nelle categorie economiche della produzione e del consumo,.

Per valicare visioni riduttive, ereditate dal passato, è necessario ricostruire i fondamenti dell’agire nelle organizzazioni, esplicitare validi criteri e direzioni e connettere tali aspetti entro una visione unitaria e integrata.

Read on the Scribd mobile app

Download the free Scribd mobile app to read anytime, anywhere.