You are on page 1of 3

Lassurdo riesce ad esasperare la realt mostrandola agli occhi umani come qualcosa

di deformato, irreale o surreale, finto, buffo, in cui continuamente gli individui


cercano il senso della stessa realt in cui non riescono a ritrovare dei punti di
riferimento. Le commedie assurde non si basano su un susseguirsi di eventi, ma
sono incentrate su una situazione di totale immobilit e apatia. Non hanno una storia
chiara e ben definita; non c! un inizio e una fine. Non si racconta un episodio preciso
che ha segnato la vita dei personaggi, ma sembra si voglia narrare leterna attesa di un
evento che cambi il monotono scorrere della vita umana.
La vita, volenti o nolenti, ! una continua propensione verso il futuro.
"utti aspettano qualcosa# tanto quelli che credono nella salvezza, quanto quelli che
credono nella punizione e, non cogliendo lessenza dellattimo che vivono, si ritrovano
alienati e soli. La realt quotidiana ! una costante attesa di un esame, di un posto di
lavoro, del compagno o della compagna giusta per la vita.
$roprio questo aspetto viene messo a nudo dallassurdo, come inutile ricerca di una
felicit pressoch% irraggiungibile.
Non bisogna erroneamente inserire $irandello nella tematica dellassurdo, ma egli pu&
essere definito come un autore che ha notato limportanza e linefficacia del linguaggio
verbale. 'gli vede la parola come qualcosa di falso, impreciso, di cui diffidare,
smascherando lincapacit delluomo contemporaneo di comunicare.
La crisi delluomo contemporaneo trova nellarte di Luigi $irandello un testimone e
uninterprete deccezione. $irandello comp( una spietata esplorazione della condizione
delluomo del suo tempo, del suo smarrimento, della sua dissipazione morale, della
sua disperata solitudine. Lattivit pi) intensa del $irandello si svolse tra il *+,,-*+.,.
/ono gli anni in cui si prepara la prima guerra mondiale nei quali luomo si ritrova
solo e deluso, senza fede e senza fiducia.
Nella sua prima produzione, e particolarmente nelle novelle, ritroviamo lo stesso
ambiente piccolo-borghese, che richiama situazioni e modi del 0erga.
1ome in questultimo, anche i personaggi di $irandello sono dei vinti , al contrario
per& non sono rassegnati al loro destino, ma bens( anime inquiete e tormentate, pronte
alla ribellione, perch% essi sentono la pena del vivere cos(. Le parole non mi
interessano, bens( le cose. ' proprio dalla osservazione delle cose egli sviluppa
una pi) attenta meditazione, che sposta lattenzione del $irandello e il suo studio
dallambiente allindividuo, allontanandosi sempre pi) dal naturalismo e dal verismo,
per accogliere le istanze del decadentismo. La realt gli appare come qualcosa di
mutevole, di vario; nulla ! certo, tutto ! illusione. Luomo crede di essere uno, ma in
realt non ! nessuno; per chi lo osserva ! centomila, in quanto assume personalit
diverse secondo il concetto degli altri. 2l nostro volto rimane soffocato sul nascere da
una maschera che gli altri ci impongono dallesterno e in base alla quale noi viviamo;
la societ ci sommerge con i suoi pregiudizi e le sue consuetudini, che finiscono per
fare di noi personalit schematizzate.
Luomo non ha neppure la possibilit di conoscere se stesso# spesso infatti si sente
mosso nellagire da forze misteriose, incontrollate, che provengono dal suo
subcosciente# ! la vita che pulsa e ribolle sotto la maschera nel tentativo di erompere.
3a questa situazione tragica e dolorosa dellindividuo che inutilmente tenta di
infrangere la maschera per scoprire il volto nascono le situazioni strane, assurde
paradossali che si incontrano nellopera del $irandello e in particolare nel teatro.
2n $irandello ! sempre viva lamarezza di dover constatare lincomunicabilit degli
uomini , dando vita cos( a unincomprensione tra noi e coloro che ci stanno attorno,
quindi poich% ognuno parla un linguaggio diverso, diventa impossibile stabilire un
colloquio. Lincomunicabilit, la solitudine, lincomprensione, laridit sono i caratteri
comuni a quasi tutti i personaggi dei drammi pirandelliani. 2n questa posizione, se
luomo non tentasse in qualche modo di reagire, giungerebbe irrimediabilmente alla
follia e al suicidio.
$roprio negli anni in cui si maturava la formazione culturale di $irandello, si veniva
svolgendo linsegnamento di 4reud. /econdo 4reud i casi umani sono regolati da una
logica sicura e matematica, ma in essi c! sempre qualcosa che sfugge al dominio della
volont delluomo, ed ! ci& che finisce quasi sempre col determinare gli avvenimenti.
Luomo pirandelliano si ribella e lotta con tutte le sue forze contro di essi, 5istinti
incontrollabili6 anche se per un destino avverso ! costretto a soggiacervi. 2l fatto ! che
lopera pirandelliana si incontra con le teorie freudiane per il senso di indagine
inquietante dei moti interiori e per lacuto desiderio di spiegarseli, senza che
$irandello si fosse proprio dedicato ad uno studio sistematico ed approfondito dei
problemi psicologici determinati da 4reud# lo studioso viennese e il commediografo
italiano operavano sullo stesso terreno, il primo da scienziato, il secondo da artista. 7d
influenzare lopera pirandelliana contribu(, infine, la diffusione del teatro del
grottesco,che assunse a materia delle sue migliori produzioni il dramma umano. 2l
teatro del grottesco vuole cogliere una situazione burlesca, quella che nasce
dallincoerenza tra quel che si ! dentro e quel che si appare e si vuole apparire di fuori.
La guerra pace, la libert schiavit, l'ignoranza
forza. Orwell
L'importanza ell'assuro ifficilmente
pu! venire sovrastimata. "i chiaramente
sperimentiamo #ualcosa come 'assura',
pi chiaramente sperimentiamo i confini
el nostro proprio io $ struttura cognitiva
imposta. L''assuro' ci! che non ricae
nei moelli prestabiliti che abbiamo
superimposto alla nostra realt...
L'assuro assuro solo #uano noi non
abbiamo ancora formato il punto i vista
al #uale esso ha un senso. %ar&
'u(av
)e io avessi un mono come piace a me, l tutto sarebbe
assuro* niente sarebbe com', perch+ tutto sarebbe come
non , e viceversa, -i! che , non sarebbe e ci! che non ,
sarebbe, alice in wonerlan
L.assuro nasce al confronto fra la omana ell.uomo e
l.irragionevole silenzio el mono -amu