You are on page 1of 18

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Misura di impedenze

Misura di impedenze
Tecniche volt-amperometriche in DC Tecniche volt-amperometriche in AC Tecniche di zero: ponte in DC Tecniche di zero: ponte in AC Tecniche di risonanza: Il Q-metro

2006 Politecnico di Torino

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Tecniche volt-amperometriche in DC

Obiettivi della lezione


Metodologici
dal modello di sistema di misura con strumentazione ideale a quello reale effetti di carico della strumentazione di misura analisi delle sorgenti di incertezza

Procedurali
analisi in dettaglio di alcuni casi di studio correzione errori sistematici stima delle incertezze di misura
4

2006 Politecnico di Torino

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Prerequisiti per la lezione


Concetti base dellelettrotecnica:
resistenza in DC

Fondamenti di misure elettroniche:


incertezze di misura e loro stima voltmetri e amperometri in DC

Bibliografia per la lezione


Misure Elettriche-Metodi e strumenti G.Zingales Utet Libreria-Torino, 1992 Misure Elettroniche U.Pisani Ed. Politeko,Torino, 2000
capitolo 3

2006 Politecnico di Torino

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Contenuti della lezione


Tecniche volt-amperometriche in DC
Misura indiretta della resistenza Misura con strumenti reali Incertezze nella definizione del misurando Misura di piccole resistenze Misura di resistenze elevate

Tecniche volt-amperometriche in DC

2006 Politecnico di Torino

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Definizione del misurando


La resistenza definita secondo la legge di Ohm
R= V I

Il suo valore ottenuto mediante misura indiretta (si misurano direttamente tensione e corrente)
I V R
9

Misura di V e I con strumenti ideali

A R V

Lamperometro ha una resistenza interna RA nulla Il voltmetro ha una resistenza interna RV infinita
10

2006 Politecnico di Torino

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Caso ideale: stima incertezze


Misurazione indiretta: si sommano le incertezze relative degli strumenti
R= V R = V + I I

Esempio: strumenti elettromeccanici in classe 1


V = 80 V V = 1.25% VFS = 100 V V = 1V I = 2.5% I = 4A IFS = 10 A I = 0.1A V R = = 20; R = 3.75% I
11

Caso reale
Prestazioni metrologiche definite da:
caratteristiche metrologiche degli strumenti, grandezze di influenza (temperatura, umidit, ecc) incertezza intrinseca del misurando (limiti del modello, autoriscaldamento, ecc...) tipo di circuito impiegato per la misurazione: voltmetro a monte oppure voltmetro a valle (problema del carico strumentale o consumo)

12

2006 Politecnico di Torino

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Tecniche volt-amperometriche in DC

Misura di V e I con strumenti reali


Gli strumenti non sono ideali: due possibilit

lamperometro ha una resistenza interna RA non nulla il voltmetro ha una resistenza interna RV non infinita
14

2006 Politecnico di Torino

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Effetto di carico (consumo)


Voltmetro a monte: si misura R+RA

RA RV V RA RV R
15

Voltmetro a valle: si misura R//RV

Correzione errore di consumo 1/2


Il consumo pu essere uno scostamento perch:
pu essere descritto da un modello e quindi pu essere corretto la correzione per non pu essere totale, perch i valori di carico RA e RV sono affetti da incertezza e quindi conviene tra le due utilizzare la soluzione in cui leffetto del carico strumentale minore

16

2006 Politecnico di Torino

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Correzione errore di consumo 2/2


Es.: voltmetro a monte
si intende misurare R= Vi/Im in realt si misura Rm=Vm/Im = RA+R nota RA si ottiene R=Rm-RA
17

RA
A

Im Vi R

Vm

Tecniche volt-amperometriche in DC

2006 Politecnico di Torino

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Incertezza intrinseca del misurando 1/3


Temperatura (autoriscaldamento del resistore per effetto Joule) R =R0(1+) Effetto delle resistenze di contatto (misura piccole resistenze) Effetto delle resistenze di dispersione (misura resistenze elevate: umidit, superfici non pulite, ecc...)
19

Incertezza intrinseca del misurando 2/3


Temperatura (autoriscaldamento del resistore per effetto Joule) R =R0(1+) RIMEDIO Occorre minimizzare la corrente di test che percorre il resistore Eventuale alimentazione con corrente impulsiva
20

2006 Politecnico di Torino

10

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Incertezza intrinseca del misurando 3/3


Effetto delle resistenze di contatto RIMEDIO Realizzazione di morsetti voltmetrici e morsetti amperometrici Misura di resistenza a 4 fili
RA RV Itest RV RA
21 Morsetti voltmetrici Morsetti amperometrici

Rx

Misurazione di resistenze 2 Wire

HI Vx Rx

Vn Rn

DMM

Rx =

Vx V = Rn x Itar Vn

Itar

LO
22

2006 Politecnico di Torino

11

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Tecniche volt-amperometriche in DC

Problema nella misura


Tecnica volt-amperometrica Se Rx piccole, problema delle resistenze di collegamento Si misura Rx+2Rp
Rp HI

Rx

Itar
Rp

Itar
LO

DMM
24

2006 Politecnico di Torino

12

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Tecnica a 4 fili (4-wire)


Si utilizzano 4 morsetti
due adducono la corrente due prelevano la tensione
Rs Rp Rx Itar Rp Rs SENSE DMM
25

Iv0 HI

+ SENSE

LO

Itar

Morsetti di misura resistenza 4W

Rs Rp Rx Itar Rp Rs

Iv0 HI

+ HI SENSE

Itar

LO

LO SENSE

26

2006 Politecnico di Torino

13

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Tecniche volt-amperometriche in DC

Tipologia delle misure


Misura di resistori dellordine del megaohm Misure di resistivit di materiali per isolatori e resistenza di isolamento di schede per circuiti stampati Si utilizzano essenzialmente 2 metodi:
basati su un generatore di tensione costante basati su un generatore di corrente costante

Si utilizzano anelli di guardia che convogliano flussi di corrente che non si vuole misurare
28

2006 Politecnico di Torino

14

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Provino di test
Si utilizzano particolari provini (Sample) del materiale in misura

G
Guardia

A A
Elettrodo centrale

B
Elettrodo posteriore

29

Misura di resistenze di isolamento 1/2


Misura di resistivit di volume La corrente di superficie e quella fuori dal provino (Sample) non viene misurata
Volume Resistivity
Sample Voltage Source

I misurata I non misurata


ts
HI LO
Picoammeter

HI LO

30

2006 Politecnico di Torino

15

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Misura di resistenze di isolamento 2/2


Misura di resistivit superficiale La guardia drena corrente di volume che non viene misurata
Surface Surface Resistivity Resistivity
Sample Voltage Source

I misurata I non misurata


HI LO HI LO
Picoammeter

31

Tecniche volt-amperometriche in DC

2006 Politecnico di Torino

16

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Approfondimenti 1/2
I seguenti concetti devono essere meditati e risultare chiari dallo studio della lezione:
la misura volt-amperometrica in DC richiede analisi del circuito per individuare la migliore connessione gli errori di consumo degli strumenti si possono correggere la correzione non elimina lincertezza residua delle operazioni di correzione

33

Approfondimenti 2/2
nella misura di piccole resistenze giocano un ruolo importante le resistenze parassite dei contatti e fili di collegamento nella misura di resistenze molto elevate occorre individuare i flussi delle correnti che non contribuiscono alla definizione del misurando tali flussi vanno deviati con opportuni schermi di guardia in modo da non essere misurati dallamperometro

34

2006 Politecnico di Torino

17

Misure Elettroniche II

Tecniche volt-amperometriche in DC

Sommario della lezione


Tecniche volt-amperometriche in DC
Misura indiretta della resistenza Misura con strumenti reali Incertezze nella definizione del misurando Misura di piccole resistenze Misura di resistenze elevate

Domande di riepilogo
35

2006 Politecnico di Torino

18