You are on page 1of 2

Corso M. Abbiate, 21 13100 VERCELLI Tel. +39 0161 5931 fax +39 0161 210284 www.asl11.Piemonte.

it

P.I. / Cod. Fisc. 01811110020

Relazione modalit di presa in carico del paziente fragile presso il distretto di Vercelli

In merito all'attivita di Continuit Assistenziale il Distretto di Vercelli forte di un numero pari a n. 331 pazienti proposti nel 2011 ha sviluppato modalit operative idonee alla gestione dei pazienti impossibilitati ad un immediato rientro al domicilio con l'utilizzo di n. 20 posti di Continuit assistenziale dislocati nel territorio distrettuale. La DGR n. 72-14420 del 20 dicembre 2004, riguardante il percorso di Continuit Assistenziale per anziani ultrasessantacinquenni non autosufficienti o persone i cui bisogni sanitari e assistenziali siano assimilabili ad anziano non autosufficiente, si pone i seguenti obiettivi: uniformit metodologica di comportamento organizzativo; diversificazione della risposta correlata al bisogno.

Lo snodo della continuit assistenziale la Centrale Operativa Continuit Assistenziale (COCA). La COCA stata istituita nel Distretto di Vercelli con determinazione dirigenziale n. 16 del 24 dicembre 2009 e coincide con la Centrale Operativa delle Cure Domiciliari di cui alla DGR n. 41-5952 del 7 maggio 2002. Le funzioni di gestione della COCA sono di competenza del Distretto di Vercelli. La COCA garantisce un orario di apertura dal luned al venerd dalle ore 8.00 alle 17.00. Obiettivo del Servizio la presa in carico di casi segnalati alla Centrale Operativa Continuit Assistenziale dal Pronto Soccorso e dai Reparti Ospedalieri con i tempi e le modalit previste dalla normativa vigente e per i quali di norma non possibile un rientro immediato al domicilio. Tali pazienti presentano un quadro di complessit assistenziale e autosufficienza compromessa in modo anche temporaneo. La permanenza presso le strutture indicate prevede un periodo massimo di giorni 60 previa accettazione dellinteressato o del familiare di riferimento. Il percorso di Continuit Assistenziale rivolto ad anziani non autosufficienti o persone i cui bisogni sanitari ed assistenziali siano assimilabili ad anziano non autosufficiente residenti nel Distretto di Vercell La valutazione multidimensionale viene effettuata dal personale assegnato alla COCA e che ricomprende le seguenti figure professionali: Dirigente Medico del Distretto di Vercelli Coordinatrice Infermieristica assegnata alla COCA del Distretto di Vercelli Assistente Sociale Esperto assegnata alla COCA del Distretto di Vercelli.

Dal punto di vista organizzativo quando viene richiesto un intervento alla Continuit Assistenziale tramite fax dal reparto di dimissione o dal Pronto Soccorso, si procede alla valutazione direttamente presso il reparto nei tempi previsiti dalla normativa (72 ore reparto ospedaliero, 30 ore il Pronto Soccorso). Si redige un progetto assistenziale condiviso con il personale sanitario di reparto e lutente e/o parente che pu prevedere sia un rientro al proprio domicilio con un progetto di cure domiciliari o linserimento in un posto di continuit assistenziale con libera scelta dellutente e /o parente Il reparto dimettente compila un modello di proposta di inserimento in RSA previsto dalla procedura. Nel periodo di degenza presso le Strutture, ai ricoverati verr assegnato il Medico di Assistenza Primaria per un periodo massimo di 60 giorni scelto secondo le procedure in essere della Struttura stessa e gi utilizzate per gli altri ospiti. Il Servizio di Continuit Assistenziale verifica che agli ospiti sia stato assegnato un Medico di Assistenza Primaria (MAP) che possa seguire il paziente durante il periodo di degenza. Durante il ricovero vengono forniti farmaci e prodotti di medicazione comprensivi di farmaci di fascia C secondo quanto disposto dal Prontuario Terapeutico Aziendale.

Corso M. Abbiate, 21 13100 VERCELLI Tel. +39 0161 5931 fax +39 0161 210284 www.asl11.Piemonte.it

P.I. / Cod. Fisc. 01811110020

I soggetti ricoverati verranno entro 7 giorni dallinserimento in Struttura, valutati dalla competente commissione UVG per predisporre un progetto successivo al periodo di continuit assistenziale che potr prevedere: Interventi domiciliari socio-sanitari Inserimento in Struttura Residenziale Sostegno alla domiciliarit. Il personale assegnato alla centrale operativa continuit assistenziale rileva i dati di attivit compilando in tempo reale la scheda rilevazione di presa in carico dei pazienti in continuit assistenziale ed elabora mensilmente la scheda di rendicontazione dellattivit connessa che vistata dal responsabile o suo delegato verr trasmessa al Direttore di Distretto.

Il Dirigente Medico Dr. Benedetto Francese

La C.P.S.E. Continuit Assistenziale Sig.ra Maria Rosa Sicuranza