You are on page 1of 2

Antonio Tabucchi nasce a Pisa, l 24 settembre 1943 ma viene allevato nella casa dei nonni materni a Vecchiano, un borgo

vicino a quella citt. Durante gli anni dell'universit, intraprende numerosi viaggi in Europa e a Parigi scopre il poeta Portoghese Ferdinando Pessoa. Recatosi a Lisbona, sviluppa per la citt del fado e per il Portogallo una vera passione. Si laurea cos nel 1969 con una tesi sul Surrealismo in Portogallo. Si perfeziona alla Scuola Normale Superiore di Pisa negli anni '70 e nel 1973 viene chiamato ad insegnare Lingua e Letteratura Portoghese a Bologna. Nel 1973 scrive il suo primo romanzo, "Piazza d'Italia" (Bompiani 1975), un tentativo di scrivere la storia dalla prospettiva dei perdenti, in questo caso gli anarchici toscani. Nel 1978, anno in cui viene chiamato a insegnare all'universit di Genova, pubblica "Il piccolo naviglio" (Mondadori) e, nel 1981, "Il gioco del rovescio e altri racconti" (Il Saggiatore), seguito da "Donna di porto Pim" (Sellerio 1983). Il 1984 l'anno del suo primo romanzo importante, "Notturno indiano", da cui nel 1989 stato tratto un film di Alain Corneau. Nel 1985 pubblica "Piccoli equivoci senza importanza" (Feltrinelli) e, nel 1986, "Il filo dell'orizzonte", anche da questo romanzo stato tratto un film (1993) con la regia del portoghese Fernando Lopez. Nel 1987 anno in cui pubblica "I volatili del Beato Angelico" (Sellerio) e "Pessoana Minima" (Imprensa Nacional, Lisboa), riceve in Francia il Prix Mdicis, per il miglior romanzo straniero (Notturno indiano). Nel 1988 scrive la commedia "I dialoghi mancati" (Feltrinelli) e nel 1989 il presidente della Repubblica portoghese gli conferisce l'Ordine Do Infante Dom Herique ed nominato Chevalier des Arts et des Lettres dal Governo francese. Nel 1990 pubblica "Un baule pieno di gente","Scritti su Fernando Pessoa" (Feltrinelli) e l'anno successivo, "L'angelo nero" (Feltrinelli 1991). Nel 1992 scrive in portoghese "Requiem", un romanzo che pi tardi verr tradotto in italiano (Feltrinelli, vincitore del Premio P.E.N. Club italiano) e pubblica" Sogni di sogni" (Sellerio). Il 1994 l'anno de "Gli ultimi tre giorni di Fernando Pessoa" (Sellerio), ma soprattutto del romanzo per il quale diventato maggiormente conosciuto: "Sostiene Pereira" (Feltrinelli), vincitore del Premio Super Campiello, del Premio Scanno e dl Premio Jean Monnet per la Letteratura Europea. Il protagonista di questo romanzo diventa il simbolo della difesa della libert d'informazione per gli oppositori politici di tutti i regimi antidemocratici. In Italia, durante la campagna elettorale, intorno a questo libro si aggrega l'opposizione contro il controverso magnate della comunicazione Silvio Berlusconi. Il regista Roberto Faenza ne trae il film omonimo (1995) in cui affida a Marcello Mastroianni la parte di Pereira e a Daniel Auteil la parte del dottor Cardoso. Nel 1997 scrive il romanzo "La testa perduta di Damasceno Monteiro", basato sulla storia vera. Nel 1997 scrive anche "Marconi, se ben mi ricordo" (Eri) e l'anno successivo, "L'Automobile, la Nostalgie et l'Infini" (Seuil, Parigi 1998). Nel 1998 riceve dall'Accademia Leibniz il Premio Nossack. Nel 1999 scrive "Gli Zingari e il Rinascimento "(Sipiel) e "Ena poukamiso gemato likedes" (Una camicia piena di macchie. Conversazioni di A.T. con Anteos Chrysostomidis, Agra, Atene 1999). I dubbi sono come macchie su una camicia bianca, fresca di bucato. La missione di ogni intellettuale e di ogni scrittore di instillare i dubbi per la perfezione, perch la perfezione genera ideologie, dittatori e idee totalitariste. La Democrazia non uno stato di perfezione.

Nel 2001 Tabucchi pubblica" Si sta facendo sempre pi tardi", un romanzo epistolare: Diciassette lettere che celebrano il trionfo della parola, che come messaggi nella bottiglia, non hanno destinatario, sono missive che l'autore ha indirizzato a un fermo posta sconosciuto. Per questo libro gli viene attribuito nel 2002 il premio France Culture (la radio culturale francese) per la letteratura straniera. Nel 2003 appare in libreria "Autobiografie altrui. Poetiche a posteriori", sette testi di poetica, per la maggior parte inediti o inediti in Italia, che illuminano un pensiero, una parola, una suggestione presente nei romanzi dello scrittore. Lisbona la citt in cui vive scrivendo per sei mesi all'anno, insieme alla moglie, che vi nata, e ai due figli. Passa il resto dell'anno in Toscana, e insegna Letteratura all'Universit di Siena Tabucchi infatti, si considera scrittore solo in un senso ontologico, perch dal punto di vista esistenziale felice di potersi definire "professore universitario". La Letteratura per Tabucchi non una professione, ma qualcosa che coinvolge i desideri, i sogni e la fantasia . (Antonio Tabucchi, un dubitatore impegnato. Intervista di Asbel Lopez). Antonio Tabucchi collabora alle pagine culturali del Corriere della Sera e del Pas , dove i suoi articoli appaiono regolarmente. Muore a Lisbona il 25 marzo 2012.

Related Interests