You are on page 1of 1

Corriere della Sera Martedì 28 Luglio 2009

Cronache 17

L’intervista Il presidente del gruppo Techint: l’Expo è un’occasione per alzare lo sguardo sul futuro

«La sfida di Milano: Chi è

vincere la paura
premiare l’eccellenza» Gli incarichi
Gianfelice Rocca, presidente
di Techint, vicepresidente
di Confindustria

Rocca: la città punti sui privati, al pubblico la regia e membro dell’advisory


board di Harvard

MILANO — C’è il Grande Orolo- Il dipinto Sta parlando dei privati? «Il pubblico deve dare la dire-
giaio e c’è il Grand Gourmet. Mila- Il Duomo «Milano deve essere l’avanguar- zione e creare piattaforme di con-
no ha bisogno del Grand Gour- di Milano dia e il modello innovativo del rap- vergenza tra le varie nicchie d’ec-
met, il maestro dei sapori, colui visto porto tra pubblico e privato. Dove cellenza che sono i suoi sapori. La
che sa mettere insieme le nicchie da Dino il pubblico ha la regia, crea piatta- competizione asiatica è molto for-
d’eccellenza della città con la spin- Buzzati forme di convergenza, ma non si te ma è basata sui prodotti di mas-
ta internazionale, il pubblico con intromette in attività che deve sa. Milano deve trovare la sua
il privato, i valori con gli strumen- garsi sul territorio. Dall’altra ci so- svolgere il privato». competitività nella differenziazio-
ti, il «nuovo umanesimo» con la no spinte localistiche che rischia- Invece? ne arricchendo le sue specialità».
competizione. E sappia esaltare i no di cadere nella trappola del «Chi sta all’estero e guarda l’Ita- Ma i privati sono tutti buoni?
«sapori» di Milano mettendoli in "piccolo e locale è bello". Il locali- lia vede un’eccellenza del privato «Il rischio c’è sempre. Ma la ri-
contrasto tra di loro. Siamo nella smo è un valore ma come ogni co- e una debolezza del pubblico. sposta non è il ritorno a un mag-
città che ospiterà Expo 2015. Fee- sa può essere una risorsa o un li- Mentre da noi sta rispuntando gior coinvolgimento del pubblico
ding the planet, Energy for life, mite». l’idea che il pubblico sia lo stru- in economia. Sarebbe un enorme
Nutrire il pianeta, Energia per la I valori non si inventano. mento per risolvere la crisi. A Mi- errore culturale. Farebbe sì che
vita. Non è un caso che Gianfelice «I valori positivi sono già pre- lano non tenere in conto l’eccel- chi opera per l’efficienza si senti-
Rocca, presidente del gruppo Te- senti nella società. La domanda è: lenza del privato sarebbe un gra- rebbe profondamente discrimina-
chint, vicepresidente di Confindu- come far emergere questi valori? vissimo errore». to, per poi scoprire qualche anno
stria e membro dell’advisory bo- Con le testimonianze, attraverso i A quale eccellenze si riferisce? dopo l’inefficienza del nuovo siste-
ard di Harvard, scelga una metafo- media, la cultura. Facendo vedere «Ai sapori della città. Milano è ma».
ra culinaria per tratteggiare il suo la strada, moltiplicando i casi di ricca di sapori competitivi, univer- Senza regole?
Manifesto di Milano. Lontana dal- successo, facendoli conoscere, sità, grandi ospedali e centri di ri- «Le regole sono fondamentali e
l’amarezza di Corrado Stajano. che è possibile...». cerca privati, biotecnologie, desi- la magistratura è un arbitro ester-
Con un filo di speranza in più: «Bi- Il presidente Davide Rampello gn, finanza, media, telecomunica- no che aiuta la società a migliorar-
sogna alzare lo sguardo e sfidare afferma che Milano ha bisogno zioni ma rischia di non trovare la si. Ma qualche volta la relazione
il futuro». di nuovi eroi del lavoro. Lei? ricetta per competere in serie A e tra magistratura, società civile e
Per il cardinale Dionigi Tetta- «Stiamo demotivando gli infini- accettare una lenta discesa in B. mondo delle imprese invece che
manzi, Milano è una città smarri- ti eroi della Lombardia, li stiamo Dobbiamo avere squadre di serie spingere a far bene spinge il siste-
ta. È d’accordo? circondando di formalismi, li stia- A a livello mondiale. Dobbiamo ma ad autoproteggersi in un vorti-
«Più che smarrita è una città in- mo disconoscendo con una con- compararci campo per campo con ce di iperformalismo. Lo vedo nel-
certa, divisa tra la preoccupazione correnza sleale e qualche volta ille- le altre città come Monaco, Zuri- la sanità. Con i manager che si pre-
e il futuro. Il Cardinal Martini ha gittima. Noi dobbiamo premiare go, Barcellona». occupano più degli obblighi di pic-
detto che questi due elementi so- chi fa. Aiutare chi osa». Qual è la ricetta? colo livello che del resto. Lancio
no dentro ognuno di noi. Come una proposta».
dentro ogni milanese ci sono due Quale?
diverse pulsioni: il localismo e l’in- Ha detto «Una riflessione con la magi-
stratura per trovare una soluzione
ternazionalismo. È un momento
che abbia a cuore il bene dei citta-
delicato. La crisi globale ci pone
dini. Che individui un sistema di
di fronte a un rischio enorme.
regole meno formali e più sostan-
Dobbiamo guardare in alto e accet-
ziali. Che individui la differenza
tare la sfida».
tra piccoli errori senza cattiva fe-
Quale? de e volontà di reato. Lo si può fa-
«Milano deve essere la locomo- re per la sanità, lo si può fare per
tiva che trascina la società italiana Expo».
al di là di questa crisi globale. È Ecco, l’Expo. Può essere il
una responsabilità enorme. Dob- Grand Gourmet di Milano?

❜❜ ❜❜
biamo ripensare i valori e gli stru- «L’Expo è un’occasione per alza-
menti». re lo sguardo e un simbolo di con-
Cosa ci impedisce di alzare lo vergenza. Ma se interpretassimo
sguardo? Su Tettamanzi Su Rampello questa sfida in modo retrò, del
«Ci sono tante catene che frena- Il cardinale dice che è I nuovi eroi del lavoro "piccolo è bello" perderemo la par-
no. Prima di tutto la paura. E poi una città smarrita? invocati da Rampello? tita. Se invece accettiamo la sfida
la riduzione dell’uomo alla sola di- l’Expo può diventare un asset im-
mensione economica. Milano è al Più che smarrita è Stiamo demotivando portante. Non solo per ripensare
CHIARA DATTOLA

bivio. Da una parte sono all’opera incerta, divisa tra la gli infiniti eroi lombardi, le infrastrutture materiali ma an-
delle forze che tendono a limitare che quelle immateriali. È un’occa-
il futuro come la grande crisi fi-
preoccupazione li stiamo circondando sione straordinaria».
nanziaria e che spingono a ripie- e il futuro di formalismi Maurizio Giannattasio

Il progetto La proposta di legge di iniziativa popolare promossa da Mtv, sponsorizzata da Jovanotti e votata dagli spettatori

Affitti bassi e niente merito: l’università voluta dai ragazzi


ROMA — Ci saranno Max fare qualcosa di concreto, ma quella che vuole disegnare agevolati, gli estensori della tica Wikipedia. Ad ogni step ca: i 5000 studenti più bravi
Pezzali e i Finley, i Dari, i Lost, di non essere ascoltati da nes- un’università a misura di stu- legge bolognese. Dice ancora veniva apportato un migliora- d’Italia potranno scegliere in
Francesco Sarcina delle Vibra- suno». Ed ecco quindi la pro- dente. Quella che sarà deposi- il presidente di Mtv: «Queste mento e una correzione». quale università studiare gra-
zioni. E la benedizione di Jova- posta che sfonda sul web: tata stamattina in Corte di Cas- leggi sono state scritte da stu- Ha sfondato la legge bolo- zie alle borse di studio. È stata
notti. Ma non sarà un concer- «Tocca a noi». sazione. Quella che chiede che denti di Giurisprudenza. Ma gnese, mentre quella milanese votata da appena il 3% dei fre-
to. E anche se a guidare la co- «Ai ragazzi abbiamo chiesto le università non siano degli poi i testi sono stati lasciati sul che puntava tutto sulla merito- quentatori del web di Mtv.
mitiva sarà Antonio Campo di scegliere i temi sui quali arti- «esamifici», ma luoghi dove web non soltanto per venire crazia degli studenti è rimasta Ben più fruttuosi i risultati
Dall’Orto, presidente di Mtv colare una proposta di legge», poter avere una articolata gam- votati, ma soprattutto per veni- decisamente al palo. Diceva della proposta di legge di stam-
Italia, i ragazzi che andranno dice Campo Dall’Orto. E ag- ma di attività aggiuntive. Han- re migliorati. Un po’ come ac- una cosa semplice la legge po cagliaritano. Una proposta
oggi alla Corte di Cassazione giunge: «Hanno vinto la scuo- no pensato anche agli affitti cade per l’enciclopedia telema- scritta dai ragazzi della Bicoc- decisamente pragmatica. I
faranno qualcosa che non è la e l’università, seguita dal la- punti cardine: la formazione al-
mai successo prima: deposite- voro, l’ambiente e la partecipa- l’estero e l’inserimento nel
ranno una legge d’iniziativa zione politica». La decisione mondo del lavoro. Ma anche
popolare, scritta tutta dai gio- Una graduatoria per la qua- L’idea vincente una sana educazione alla citta-
vani. Una legge per modificare
l’università, votata da un mi-
le sono stati coinvolti 300 mila
persone. Ma il boom di parteci- Scuola, il Tar boccia il ministero dinanza europea. Questo dise-
gno di legge si è portato a casa
Attività aggiuntive
lione e 400 mila ragazzi tra i 18
e i 30 anni.
pazione c’è stato quando si è
chiesto di votare la proposta Garantire più attività tramite I prof possono cambiare i libri il 40% dei consensi. E chissà se
sarà la prossima proposta che
L’hanno scritta i ragazzi di di legge, fra le tre proposte una carta dei servizi verrà depositata.
Mtv. Una rivoluzione. Campo scritte dai ragazzi di tre univer- ROMA — Sembrava una cosa acquisita: per 5 anni — con Per adesso tocca a loro, ai
Dall’Orto non ha dubbi. Spie- sità: la Spisa (Scuola di specia- Mobilità grande sollievo delle famiglie — non si cambiano i libri di bolognesi. Insieme a Campo
ga, lui che in Mtv è anche il vi- lizzazione in studi sull’ammi- Aumentare la mobilità non testo. Niente da fare. La circolare Gelmini secondo il Tar del Dall’Orto e ai cantanti, al Palaz-
ce-presidente internazionale: nistrazione pubblica) di Bolo- solo all’estero, ma anche tra Lazio lede, almeno in un punto, la libertà d’insegnamento (e zaccio ci saranno il gruppetto
«Abbiamo lanciato questa ini- gna, l’università di Cagliari, la gli atenei italiani di adozione). Quindi addio blocco. Ogni nuovo docente avrà di studenti autori del testo di
ziativa quando ci siamo resi Bicocca di Milano. Un milione la facoltà, «seppure motivatamente», di cambiare il libro di una legge che, fanno fatica a
conto che dai nostri ragazzi ar- e 400 mila voti, appunto. Alloggi testo adottato dal collega. Naturalmente a maggio, quando crederci, potrà vedere le luci
rivava un segnale forte e chia- Ha vinto la proposta di Bolo- Agevolare gli affitti ai giovani scatteranno le procedure di adozione, non a settembre. del Parlamento.
ro: la consapevolezza di poter gna (il 57% delle preferenze), In concerto Jovanotti Alessandra Arachi

Related Interests