You are on page 1of 31

fx-570MS

fx-991MS
Bedienungsanleitung 2
(Zustzliche Funktionen)
Guida dellutilizzatore 2
(Funzioni addizionali)

GI

http://world.casio.com/edu_e/

Wichtig!
Bitte bewahren Sie Ihre Anleitung und alle Informationen
griffbereit fr sptere Nachschlagzwecke auf.

Importante!
Tenere il manuale e tutto il materiale informativo a portata
di mano per riferimenti futuri.
CASIO ELECTRONICS CO., LTD.
Unit 6, 1000 North Circular Road,
London NW2 7JD, U.K.

ITALIANO

Indice
Prima di iniziare ................................... 3
kModi ....................................................................... 3

Calcoli di espressioni matematiche e


funzioni di modifica ................................ 4
kCopia di Replay ..................................................... 4
kMemoria CALC ..................................................... 5
kFunzione SOLVE ................................................... 6

Calcoli di funzioni scientifiche ............... 7


kIntroduzione dei simboli scientifici ......................... 7

Calcoli con numeri complessi ............... 8


kCalcolo del valore assoluto ed argomento ............. 9
kVisualizzazione in formato cartesiano formato
polare ................................................................... 10
kConiugato di un numero complesso .................... 10

Calcoli in base-n .................................... 11


Calcoli statistici ..................................... 13
Distribuzione normale ............................................. 13

Calcoli differenziali ............................... 13


Calcoli integrali ..................................... 14
Calcoli con matrici ................................ 15
kCreazione di una matrice .....................................
kCorrezione degli elementi di una matrice ............
kSomma, sottrazione, e moltiplicazione
di matrici ..............................................................
kCalcolo del prodotto scalare di una matrice ........
kCalcolo del determinante di una matrice .............
kTrasposizione di una matrice ...............................
I-1

15
16
16
17
17
18

kInversione di una matrice ..................................... 18


kDeterminazione del valore assoluto di
una matrice .......................................................... 18

Calcoli vettoriali .................................... 19


kCreazione di un vettore ........................................
kCorrezione degli elementi del vettore ..................
kSomma e sottrazione di vettori ............................
kCalcolo del prodotto scalare di un vettore ...........
kCalcolo del prodotto interno di due vettori ...........
kCalcolo del prodotto esterno di due vettori ..........
kDeterminazione del valore assoluto
di un vettore .........................................................

19
20
20
20
21
21
21

Conversioni metriche ............................ 23


Costanti scientifiche ............................. 24
Alimentazione ........................................ 26
Caratteristiche tecniche ....................... 28

Per maggiori dettagli sulle seguenti voci, riferirsi a fx-95MS/


fx-100MS/fx-115MS/fx-570MS/fx-991MS Guida dellutilizzatore.
Per rimuovere e riposizionare la copertura della
calcolatrice
Precauzioni per la sicurezza
Precauzioni per luso
Visualizzazione su due righe
Prima di iniziare (eccetto per Modi)
Calcoli fondamentali
Calcoli con la memoria
Calcoli di funzioni scientifiche
Calcoli di equazioni
Calcoli statistici
Informazioni tecniche
I-2

Prima di iniziare
k Modi
Prima di iniziare un calcolo, si deve prima entrare nel modo
corretto come viene indicato nella tabella qui sotto.
La seguente tabella mostra i modi e le operazioni
richieste per lunit fx-570MS e fx-991MS.

Modi per i modelli fx-570MS e fx-991MS


Per eseguire questo
tipo di calcolo:

Eseguire questa Per entrare in


operazione con i tasti: questo modo:

Calcoli aritmetici
fondamentali
Calcoli con numeri
complessi
Deviazione standard
Calcoli di regressione
Calcoli in Base-n
Soluzione di equazioni
Calcoli di matrici
Calcoli vettoriali

F1

COMP

F2

CMPLX

FF1
FF2
FF3
FFF1
FFF2
FFF3

SD
REG
BASE
EQN
MAT
VCT

Premendo il tasto F pi di tre volte si visualizzano le


schermate di impostazione addizionali. Le schermate di
impostazione vengono descritte dove esse sono
realmente utilizzate per cambiare limpostazione del
calcolo.
In questo manuale, il nome del modo in cui necessario
entrare, allo scopo di eseguire i calcoli che vengono
descritti, indicato nel titolo principale di ogni sezione.

Esempio: Calcoli con numeri


complessi

CMPLX

Nota!
Per far ritornare il modo di calcolo e limpostazione iniziale
di default mostrata sotto, premere A B 2(Mode) =.
Modo di calcolo:
COMP
Unit di misura angolare:
Deg
Formato di visualizzazione esponenziale:
Norm 1, Eng OFF
I-3

Formato di visualizzazione di numeri complessi:


a+b i
Formato di visualizzazione di frazioni: a b/c
Carattere del punto decimale:
Dot
Gli indicatori di modo appaiono nella parte superiore del
display, eccetto che per gli indicatori BASE, i quali
appaiono nella parte esponente del display.
I simboli scientifici si spengono automaticamente mentre
la calcolatrice in modo BASE.
Non possibile effettuare cambi dellunit di misura
angolare o di altre impostazioni del formato del display
(Disp) mentre la calcolatrice in modo BASE.
I modi COMP, CMPLX, SD, e REG possono essere
utilizzati in combinazione con le impostazioni dellunit
di misura angolare.
Assicurarsi di controllare il modo di calcolo corrente (SD,
REG, COMP, CMPLX) e limpostazione dellunit di
misura angolare (Deg, Rad, Gra), prima di iniziare un
calcolo.

Calcoli di espressioni
matematiche e funzioni
di modifica

COMP

Usare il tasto F per entrare nel modo COMP quando


si desidera eseguire calcoli di espressioni matematiche
e funzioni di modifica.
COMP ............................................................ F 1

k Copia di Replay
La copia di Replay vi permette di richiamare espressioni
multiple dal replay, in maniera che vengano connesse come
una multi-istruzione sulla schermata.
Esempio:
Contenuti della memoria di Replay:
I-4

1+1
2+2
3+3
4+4
5+5
6+6
Multi-istruzione: 4 + 4:5 + 5:6 + 6
Usare [ e ] per visualizzare lespressione 4 + 4.
Premere A [(COPY).
possibile inoltre correggere espressioni sul display ed
eseguire le altre operazioni di multi-istruzione. Per
maggiori dettagli circa luso di multi-istruzioni, vedere
Multi-istruzioni nella Guida dellutilizzatore a parte.
Soltanto le espressioni nella memoria di replay, a partire
dallespressione visualizzata correntemente e continuando fino allultima espressione, vengono copiate. Non
viene copiato nulla prima dellespressione visualizzata.

COMP

k Memoria CALC

CMPLX

La memoria CALC per mette di memorizzare


temporaneamente unespressione matematica di cui si
ha bisogno di eseguire diverse volte usando differenti
valori. Una volta memorizzata unespressione, possibile
richiamarla, immettere valori per le sue variabili, e
calcolare un risultato rapidamente e facilmente.
possibile memorizzare in una singola espressione
matematica, fino a 79 passi. Notare che la memoria
CALC pu essere utilizzata solo nel modo COMP e nel
modo CMPLX.
La schermata di immissione delle variabili mostra i valori
attualmente assegnati alle variabili.
Esempio: Calcolare il risultato per Y = X2 + 3X 12
quando X = 7 (Risultato: 58 ), e quando X = 8
(Risultato: 76 ).
(Immettere la funzione.)

p y p u p x K + 3 p x , 12
C
(Introdurre 7 per X? prompt.)
7=
(Introdurre 8 per X? prompt.)
C8=
(Memorizzare lespressione.)

I-5

Notare che lespressione memorizzata viene cancellata


ogni volta che viene avviata unaltra operazione,
cambiare ad un altro modo, oppure spegnere la
calcolatrice.

k Funzione SOLVE
La funzione SOLVE permette di risolvere unespressione
utilizzando i valori delle variabili che desiderate, senza la
necessit di trasformare o semplificare lespressione.
Esempio: C il tempo che impiega un oggetto lanciato
con una velocit iniziare A per raggiungere unaltezza
B.
Usare la formula sotto riportata per calcolare la velocit
iniziale A per raggiungere unaltezza B = 14 metri
impiegando un tempo C = 2 secondi. Laccelerazione di
gravit D = 9,8 m/s2. (Risultato: A = 16,8 )
1
B  AC
DC 2
2

(B?)
(A?)
(C?)
(D?)
(A?)

p2pup1-pk,
R1\2T-ph-pkK
AI
14 =
]
2=
9l8=
[[
AI

La funzione SOLVE ritrova le approssimazioni basate


sul metodo di Newton, il quale considera che lerrore
pu accadere. Certe espressioni, o i valori iniziali
potrebbero risultare in errore senza convergenza di
risultati.
Se unespressione non include un segno di uguaglianza
(=), la funzione SOLVE produce una soluzione per
lespressione = 0.

I-6

Calcoli di funzioni
scientifiche

COMP

Usare il tasto F per entrare nel modo COMP quando


si desidera eseguire calcoli aritmetici fondamentali.
COMP ............................................................ F 1

k Introduzione dei simboli scientifici


COMP

EQN

CMPLX

Attivando i simboli scientifici si rende possibile di utilizzare


i simboli scientifici allinterno dei vostri calcoli.
Per attivare e disattivare i simboli scientifici, premere il
tasto F diverse volte fino a quando appare la schermata
di predisposizione mostrata qui sotto.

Disp

Premere 1. Sulla schermata di predisposizione dei


simboli scientifici che appare, premere il tasto numerico
( 1 o 2 ) che corrisponde allimpostazione che
desiderate utilizzare.

1(Eng ON): Simboli scientifici attivati (indicati sul display da Eng)

2(Eng OFF): Simboli scientifici disattivati (nessun


indicatore Eng)
I seguenti, sono i 9 simboli che possono essere utilizzati
quando vengono attivati i simboli scientifici.
Per introdurre questo simbolo: Eseguire questa operazione con i tasti: Unit
k (chilo)
Ak
103
M (Mega)
AM
106
G (Giga)
Ag
109
T (Tera)
At
1012
m (milli)
Am
103
(micro)
AN
106
n (nano)
An
109
p (pico)
Ap
1012
I-7

Per introdurre questo simbolo: Eseguire questa operazione con i tasti: Unit
f (femto)
Af
1015
Per i valori visualizzati, la calcolatrice seleziona il simbolo
scientifico che fa ricadere la parte numerica del valore
entro il campo da 1 a 1000.
I simboli scientifici non possono essere utilizzati quando
si immettono frazioni.
Esempio: 9 10 = 0,9 m (milli)
Eng

F ..... 1(Disp) 1
9 \ 10 =

0.
9 1

900.

Quando i simboli scientifici sono attivati, anche i risultati del calcolo standard
(non scientifico) vengono visualizzati usando i simboli scientifici.

AP
J

Calcoli con numeri


complessi

0.9
9 1

900.

CMPLX

Usare il tasto F per entrare nel modo CMPLX quando


si vuole eseguire calcoli che includono numeri
complessi.
CMPLX ........................................................... F 2
Limpostazione dellunit di misura angolare corrente
(Deg, Rad, Gra) influenza i calcoli in modo CMPLX.
possibile memorizzare unespressione nella memoria
CALC mentre si in modo CMPLX.
Notare che possibile usare le variabili A, B, C, e M solo
nel modo CMPLX. Le variabili D, E, F, X, e Y sono
utilizzate dalla calcolatrice, la quale cambia
I-8

frequentemente i loro valori. Non dovreste usare queste


variabili nelle vostre espressioni.
Lindicatore RI nellangolo in alto a destra del display
del risultato di calcolo, indica un risultato in numero
complesso. Premere A r per commutare la
visualizzazione tra la parte reale e la parte immaginaria
del risultato.
Nel modo CMPLX possibile usare la funzione replay.
Poich nel modo CMPLX i numeri complessi vengono
memorizzati nella memoria di replay, viene utilizzata pi
memoria del normale.
Esempio: (23 i)(45 i)  68 i
(Parte reale 6)

2+3i+4+5i=

Ar

(Parte immaginaria 8 i)

k Calcolo del valore assoluto ed


argomento
Supponendo che il numero immaginario espresso in
formato cartesiano z = a + bi rappresentato come un
punto nel piano di Gauss, possibile determinare il valore
assoluto (r) e largomento ( ) del numero complesso. Il
formato polare r.
Esempio 1: Per determinare il valore assoluto (r) e
argomento ( ) di 3+4i (Unit di misura angolare: Deg)
(r = 5, = 53,13010235 )
Asse immaginario

Asse reale

(r  5 )
(  53,13010235 )

AAR3+4iT=
AaR3+4iT=

Il numero complesso pu anche essere immesso usando


il formato polare r.
I-9

Esempio 2: 2 45  1  i
(Unit di misura angolare: Deg)

L 2 A Q 45 =
Ar

k Visualizzazione in formato
cartesiano formato polare
possibile usare loperazione descritta sotto per convertire
un numero complesso espresso in formato cartesiano, nel
suo formato polare, e viceversa, un numero complesso
espresso in formato polare, nel suo formato cartesiano.
Premere A r per commutare la visualizzazione tra il
valore assoluto (r) e largomento ( ).
Esempio: 1  i 1,414213562 45
(Unit di misura angolare: Deg)

1+iAY=Ar
L 2 A Q 45 A Z = A r
Selezionare il formato cartesiano (a+bi) oppure il formato
polare (r ) per visualizzare i risultati di calcolo di numeri
complessi.
F... 1(Disp) r

1(a+bi): Formato cartesiano


2(r): Formato polare (indicato dal simbolo
r sul display)

k Coniugato di un numero complesso


Per qualsiasi numero complesso z dove z = a+bi, il suo
coniugato (z) z = a bi.
Esempio: Per determinare il coniugato del numero
complesso 1,23 + 2,34i (Risultato: 1,23 2,34 i )

A S R 1 l 23 + 2 l 34 i T =
Ar

I-10

Calcoli in base-n

BASE

Usare il tasto F per entrare nel modo BASE quando


volete eseguire calcoli usando i valori in base-n.
BASE ........................................................ F F 3
In aggiunta ai valori decimali, i calcoli possono essere
eseguiti usando valori binari, ottali e esadecimali.
possibile specificare il sistema di numerazione
predefinito da applicare a tutti i valori immessi e
visualizzati, ed il sistema di numerazione per i valori
individuali come li avete introdotti.
Non possibile usare le funzioni scientifiche nei calcoli
binari, ottali, decimali, ed esadecimali. Non possibile
immettere valori che includono la parte decimale ed un
esponente.
Se si introduce un valore che include una parte decimale,
lunit taglia via automaticamente la parte decimale.
I valori negativi binari, ottali, e esadecimali vengono
prodotti prendendo il complemento di due.
possibile usare i seguenti operatori logici tra calcoli di
valori in base-n: and (prodotto logico), or (somma logica),
xor (or esclusivo), xnor (nor esclusivo), Not
(complemento a uno), e Neg (negazione).
I seguenti sono i campi consentiti per ciascuno dei sistemi
di numerazione disponibili.
1000000000 x
0x
Ottale
4000000000 x
0x
Decimale
2147483648 x
Esadecimale
80000000 x
0x
Binario

1111111111
0111111111
7777777777
3777777777
2147483647
FFFFFFFF
7FFFFFFF

Esempio 1: Per eseguire il seguente calcolo e produrre


un risultato binario:
101112  110102 1100012

tb

Modo binario:

10111 + 11010 =
I-11

0.

Esempio 2: Per eseguire il seguente calcolo e produrre


un risultato ottale:
76548

1210  5168
to

Modo ottale:

0.

l l l 4 (o) 7654 \
l l l 1 (d) 12 =
Esempio 3: Per eseguire il seguente calcolo e produrre
un risultato esadecimale e decimale:
12016 or 11012  12d16  30110

th

Modo esadecimale:

0.

120 l 2 (or)
l l l 3 (b) 1101 =
Modo decimale:
K
Esempio 4: Per conver tire il valore 22 10 al suo
equivalente binario, ottale ed esadecimale.
(101102 , 268 , 1616 )

tb

0.

l l l 1(d) 22 =

10110.

`o

26.

16.

Modo binario:

Modo ottale:
Modo esadecimale:

Esempio 5: Per conver tire il valore 513 10 al suo


equivalente binario.

tb

0.

l l l 1(d) 513 =

Ma t h ERROR

Modo binario:

possibile non essere in grado di convertire un valore


da un sistema numerico il cui campo di calcolo sia pi
grande rispetto al campo di calcolo del sistema numerico
del risultato.
Il messaggio Math ERROR indica che il risultato ha
troppe cifre (superamento della capacit di calcolo).
I-12

SD

Calcoli statistici

REG
SD

Distribuzione normale

Usare il tasto F per entrare nel modo SD quando si


vuole eseguire un calcolo riguardante la distribuzione
normale.
SD ........................................................... F F 1
Premere A D, che determina la schermata mostrata
qui sotto.

P ( Q ( R ( t

1 2 3

Introdurre un valore da 1 a 4 per selezionare il calcolo


di distribuzione di probabilit che volete eseguire.
P(t)

Q(t)

R(t)

Esempio: Per determinare la variante normalizzata ( t)


per x = 53 e la distribuzione di probabilit normale P(t)
per i seguenti dati: 55, 54, 51, 55, 53, 53, 54, 52
(t = 0,284747398, P(t) = 0,38974 )
55 S 54 S 51 S 55 S
53 S S 54 S 52 S
53 A D 4(t) =
A D 1( P( ) D 0.28 F =

Calcoli differenziali

COMP

Con la procedura descritta di seguito si ottiene la derivata


di una funzione.
I-13

Usare il tasto F per entrare nel modo COMP quando


si vuole eseguire un calcolo riguardante i differenziali.
COMP ............................................................ F 1
Per lespressione differenziale si richiedono tre
introduzioni: la funzione della variabile x, il punto (a) in
base al quale viene calcolato il coefficiente differenziale,
ed il cambio in x (x).
A J espressione P a P x T
Esempio: Per determinare la derivata della funzione y
= 3x2 5x + 2 nel punto x = 2, quando lincremento o
decremento in x x = 2 104 (Risultato: 7 )

AJ3pxK,5px+2P2P
2eD4T=
possibile omettere lintroduzione di x, se lo si desidera.
La calcolatrice sostituisce automaticamente un valore
appropriato per x se non ne viene introdotto uno.
I punti discontinui e variazioni estreme del valore della x
possono causare risultati inesatti ed errori.

Calcoli integrali

COMP

Con la procedura descritta di seguito si ottiene lintegrale


definito di una funzione.
Usare il tasto F per entrare nel modo COMP quando
si vuole eseguire calcoli di integrali.
COMP ............................................................ F 1
Per i calcoli di integrazione si richiedono le seguenti
quattro immissioni: una funzione con la variabile x; a e
b, le quali definiscono il campo dellintegrale definito; e
n, che rappresenta il numero di partizioni (equivalente a
N = 2n) per lintegrazione utilizzando la regola di Simpson.

d espressione P a P b P n F
5

Esempio:

(2x2 + 3x + 8) dx = 150,6666667
(Numero di partizioni n = 6)

d2pxK+3px+
8P1P5P6T=
I-14

Nota!
Come numero di partizioni possibile specificare un
numero intero nel campo da 1 a 9, oppure possibile
saltare completamente lintroduzione del numero di
partizioni, se lo desiderate.
I calcoli integrali interni possono richiedere un tempo
considerevole per il completamento.
I contenuti del display vengono cancellati mentre
internamente in fase di esecuzione un calcolo di
integrazione.

Calcoli con matrici

MAT

Le procedure di questa sezione descrivono come si creano


matrici fino a tre righe e tre colonne, come si sommano,
sottraggono, moltiplicano, traspongono ed invertono le
matrici, e come ottenere il prodotto scalare, determinante,
e valore assoluto di una matrice.
Usare il tasto F per entrare nel modo MAT quando si
vogliono eseguire calcoli con matrici.
MAT ..................................................... F F F 2
Notare che dovete creare una o pi matrici prima di poter
eseguire calcoli con matrici.
possibile avere fino ad tre matrici, denominate A, B, e
C, contemporaneamente nella memoria.
I risultati dei calcoli con matrici vengono memorizzati
automaticamente nella memoria MatAns. possibile
utilizzare la matrice nella memoria MatAns per i
successivi calcoli con matrici.
I calcoli con matrici possono utilizzare fino a due livelli di
stack di matrici. Elevando al quadrato una matrice,
elevando al cubo una matrice, o invertendo una matrice
si usa un livello di stack. Per maggiori informazioni, riferirsi
a Stack nella Guida dellutilizzatore a parte.

k Creazione di una matrice


Per creare una matrice, premere A j 1 (Dim),
specificare un nome di matrice (A, B, o C), quindi
specificare le dimensioni (numero di righe e numero di
I-15

colonne) della matrice. Quindi, seguire i prompt che


appaiono per introdurre i valori che costituiscono gli
elementi della matrice.

Ma t A 2 3
2 righe e 3 colonne

possibile utilizzare i tasti cursori per spostarsi allinterno


della matrice, per visualizzare o correggere i suoi elementi.
Per uscire dalla schermata della matrice, premere t.

k Correzione degli elementi di una matrice


Premere A j 2(Edit) e quindi specificare il nome (A,
B, o C) della matrice che desiderate correggere, per
visualizzare una schermata per la correzione degli elementi
della matrice.

k Somma, sottrazione, e moltiplicazione


di matrici
Utilizzare le procedure descritte seguentemente per
sommare, sottrarre, e moltiplicare le matrici.
1 2
Esempio: Per moltiplicare la Matrice A = 4 0 per
2 5

Matrice B = 1 0 3
2 4 1
(Matrice A 32)

[ ]
([ ])
3 8 5
4 0 12
12 20 1

A j 1(Dim) 1(A) 3 = 2 =

(Introduzione degli elementi)

1=2=4=0=D2=5=t
(Matrice B 23)

A j 1(Dim) 2(B) 2 = 3 =

(Introduzione degli elementi)

D1=0=3=2=D4=1=t
(MatAMatB)

A j 3(Mat) 1(A) A j 3(Mat) 2(B) =


I-16

Si verifica un errore se si prova a sommare, sottrarre


matrici le cui dimensioni sono differenti tra di loro, oppure
moltiplicare una matrice il cui numero di colonne
differente da quello della matrice con la quale si sta
moltiplicando.

k Calcolo del prodotto scalare di una


matrice
Utilizzare le procedure mostrate sotto per ottenere il
prodotto scalare (multiplo fisso) di una matrice.
Esempio: Moltiplicare la Matrice C =

([

])

6 3
15 9

(Matrice C 22)

2 1
5 3

per 3.

A j 1 (Dim) 3(C) 2 = 2 =

(Introduzione degli elementi)

2=D1=D5=3=t
(3MatC)

3 - A j 3(Mat) 3(C) =

k Calcolo del determinante di una matrice


possibile utilizzare la procedura sotto riportata per
stabilire il determinante di una matrice quadrata.
Esempio: Per ottenere il determinante di
2 1 6
Matrice A =
(Risultato: 73 )
5 0 1
3 2 4

(Matrice A 33)

A j 1(Dim) 1(A) 3 = 3 =

(Introduzione degli elementi)

2=D1=6=5=0=1=
3=2=4=t
(DetMatA)

A j r 1(Det)
A j 3(Mat) 1(A) =

Le procedure sopra riportate risultano in errore se non


viene specificata una matrice quadrata.
I-17

k Trasposizione di una matrice


Usare la procedura descritta qui sotto quando si vuole
trasporre una matrice.
5 7 4
Esempio: Per trasporre la Matrice B =
8 9 3
5 8
7 9
4 3

([ ])

(Matrice B 23)

A j 1(Dim) 2(B) 2 = 3 =

(Introduzione degli elementi)

5=7=4=8=9=3=t

A j r 2(Trn)
A j 3(Mat) 2(B) =

(TrnMatB)

k Inversione di una matrice


possibile utilizzare le procedure sotto riportate per
invertire una matrice quadrata.
Esempio: Per invertire la Matrice C=

([

0,4 1 0,8
1,5 0,5 1,5
0,8 0 0,6

(Matrice C 33)

])

3 6 11
3 4 6
4 8 13

A j 1(Dim) 3(C) 3 = 3 =

(Introduzione degli elementi)

(MatC 1)

D 3 = 6 = D 11 = 3 = D 4 =
6 = 4 = D 8 = 13 = t
A j 3(Mat) 3(C) a =

Le procedure sopra riportate risultano in errore se viene


specificata una matrice non quadrata oppure una matrice
per la quale non c matrice inversa (determinante = 0).

k Determinazione del valore assoluto di


una matrice
possibile utilizzare le procedure sotto riportate per
determinare il valore assoluto di una matrice.
I-18

Esempio: Per determinare il valore assoluto della


matrice prodotta dallinversione nellesempio precedente.
0,4
1 0,8
1,5 0,5 1,5
0,8
0 0,6

([

(AbsMatAns)

])

A A A j 3(Mat) 4(Ans) =

Calcoli vettoriali

VCT

Le procedure in questa sezione descrivono come si crea


un vettore a tre dimensioni, come si sommano, sottragono
e moltiplicano i vettori, e come si ottiene il prodotto scalare,
il prodotto interno, il prodotto esterno, ed il valore assoluto
di un vettore. possibile mantenere in memoria fino a tre
vettori contemporaneamente.
Usare il tasto F per entrare nel modo VCT quando si
vogliono eseguire calcoli vettoriali.
VCT ..................................................... F F F 3
Notare che per poter eseguire calcoli con i vettori, si devono
prima creare uno o pi vettori.
possibile avere in memoria fino a tre vettori denominati
A, B, e C contemporaneamente.
I risultati del calcolo vettoriale vengono memorizzati
automaticamente nella memoria VctAns. possibile
usare la matrice in memoria VctAns nei successivi calcoli
vettoriali.

k Creazione di un vettore
Per creare un vettore, premere A z 1 (Dim), specificare
un nome di vettore (A, B, o C), e quindi specificare le
dimensioni del vettore. Dopodich seguire i prompt che
appaiono per introdurre i valori che costituiscono gli
elementi del vettore.
Nome del vettore Dimensioni del vettore

Vc t A1
Valore dellelemento

0.
I-19

La freccia indica la
direzione che si deve
scorrere per visionare
altri elementi.

posiibile utilizzare i tasti e e r per spostarsi nel vettore


allo scopo di visionare o correggere i suoi elementi.
Per uscire dalla schermata del vettore, premere t.

k Correzione degli elementi del vettore


Premere A z 2(Edit) e quindi specificare il nome (A,
B, C) del vettore che si vuole editare per visualizzare una
schermata per la correzione degli elementi del vettore.

k Somma e sottrazione di vettori


Usare le procedure descritte qui sotto per sommare e
sottrarre vettori.
Esempio: Per sommare il vettore A = (1 2 3) al vettore
B = (4 5 6). (Risultato: (5 3 3) )

A z 1(Dim) 1(A) 3 =

(Vettore A tridimensionale)

1=D2=3=t

(Introduzione degli elementi)

A z 1(Dim) 2(B) 3 =

(Vettore B tridimensionale)

4=5=D6=t

(Introduzione degli elementi)

A z 3(Vct) 1(A) +
A z 3(Vct) 2(B) =

(VctA + VctB)

Si verifica un errore nella procedura mostrata qui sopra,


se si specificano vettori di dimensioni differenti.

k Calcolo del prodotto scalare di un


vettore
Usare la procedura mostrata qui sotto per ottenere il
prodotto scalare (multiplo fisso) di un vettore.
Esempio: Per moltiplicare il vettore C = (7,8 9) per 5.
(Risultato: (39 45) )

A z 1(Dim) 3(C) 2 =

(Vettore C bidimensionale)

D7l8=9=t

(Introduzione degli elementi)


(5VctC)

5 - A z 3(Vct) 3(C) =
I-20

k Calcolo del prodotto interno di due


vettori
Utilizzare la procedura descritta qui sotto per ottenere il
prodotto interno ( ) di due vettori.

Esempio: Per calcolare il prodotto interno del vettore A


e del vettore B
(Risultato: 24 )

A z 3(Vct) 1(A)
A z r 1(Dot)
A z 3(Vct) 2(B) =

(VctA VctB)

Si verifica un errore nella procedura mostrata qui sopra,


se si specificano vettori di dimensioni differenti.

k Calcolo del prodotto esterno di due


vettori
Utilizzare la procedura descritta qui sotto per ottenere il
prodotto esterno per due vettori.
Esempio: Per calcolare il prodotto esterno tra il vettore
A ed il vettore B
(Risultato: (3, 18, 13) )

A z 3(Vct) 1(A) A z 3(Vct) 2(B) =

(VctAVctB)

Si verifica un errore nella procedura mostrata qui sopra,


se si specificano vettori di dimensioni differenti.

k Determinazione del valore assoluto di


un vettore
Usare la procedura descritta qui sotto per ottenere il valore
assoluto (dimensione) di un vettore.
Esempio: Per determinare il valore assoluto del vettore
C
(Risultato: 11,90965994 )
(AbsVctC)

A A A z 3(Vct) 3(C) =

I-21

Esempio: Per determinare la dimensione dellangolo


(unit di misura angolare: Deg) formato dai vettori
A = (1 0 1) e B = (1 2 0), e il vettore di dimensione 1
perpendicolare ad entrambi i vettori A e B.
(Risultato: 108,4349488 )
(A B)
(A B)
, il quale diviene  cos1
A B
A B
Vettore di dimensione 1 perpendicolare ad entrambi i
AB
vettori A e B 
AB
(Vettore A tridimensionale)
A z 1(Dim) 1(A) 3 =
cos 

D1=0=1=t

(Introduzione degli elementi)


(Vettore B tridimensionale)

A z 1(Dim) 2(B) 3 =
1=2=0=t

(Introduzione degli elementi)

(VctA VctB)

A z 3(Vct) 1(A) A z r 1(Dot)


A z 3(Vct) 2(B) =

(Ans(AbsVctAAbsVctB))

\ R A A A z 3(Vct) 1(A)
- A A A z 3(Vct) 2(B) T =
(cos1Ans) (Risultato: 108,4349488 )

AVg=

(VctAVctB)

A z 3(Vct) 1(A) A z 3(Vct) 2(B) =

(AbsVctAns)

A A A z 3(Vct) 4(Ans) =

(VctAnsAns)

(Risultato: (0,666666666 0,333333333 0,666666666))


A z 3(Vct) 4(Ans) \ g =

I-22

Conversioni metriche

COMP

Utilizzare il tasto F per entrare nel modo COMP


quando si vogliono eseguire conversioni metriche.
COMP ............................................................ F 1
Un totale di 20 differenti coppie di conversioni sono
incorporate nella calcolatrice, per provvedere ad una
rapida e facile reciproca conversione per le unit
metriche.
Per una lista completa di tutte le coppie di conversione
disponibili, vedere la tabella delle coppie di conversione.
Quando si immette un valore negativo racchiuderlo
allinterno di parentesi R , T .
Esempio: Per convertire 31 gradi Celsius a Fahrenheit.

R D 31 T A c 38 =

( 3 1 )

C F

23.8

38 il numero della coppia di conversione da gradi Celsius a Fahrenheit.

u Tabella delle coppie di conversione


Basata sulla pubblicazione speciale NIST 811 (1995).
Per eseguire questa Introdurre questo Per eseguire questa Introdurre questo
conversione:
conversione:
numero di coppia:
numero di coppia:

in cm
cm in
ft m
m ft
yd m
m yd
mile km
km mile
n mile m
m n mile
acre m2
m2 acre
r
gal (US) r
r gal (US)

01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14

r
gal (UK) r
r gal (UK)
pc km
km pc
km/h m/s
m/s km/h
oz g
g oz
lb kg
kg lb
atm Pa
Pa atm
mmHg Pa
Pa mmHg
I-23

15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28

Per eseguire questa Introdurre questo Per eseguire questa Introdurre questo
conversione:
conversione:
numero di coppia:
numero di coppia:

hp kW
kW hp
kgf/cm2 Pa
Pa kgf/cm2
kgfm J
J kgfm

29
30
31
32
33
34

lbf/in2 kPa
kPa lbf/in2
F C
C F
J cal
cal J

Costanti scientifiche

35
36
37
38
39
40

COMP

Usare il tasto F per entrare nel modo COMP quando


si vogliono eseguire calcoli utilizzando le costanti
scientifiche.
COMP ............................................................ F 1
Un totale di 40 costanti scientifiche di uso comune, come
ad esempio la velocit della luce nel vuoto e la costante
di Planck, sono inserite nella calcolatrice per una rapida
e facile visione ogni qualvolta se ne ha bisogno.
Introdurre semplicemente il numero che corrisponde alla
costante scientifica che desiderate visionare, ed essa
appare immediatamente sul display.
Per una lista completa delle costanti ottenibili, riferirsi
alla tabella delle costanti scientifiche.
Esempio: Per determinare qual lenergia totale di una
persona del peso di 65 kg
(E = mc2 = 5,841908662 1018 )
65 L 28 K =

65 Co 2

5.841908662 18

28 il numero della costante della velocit della luce nel vuoto.

u Tabella delle costanti scientifiche


Basata sui dati ISO Standard (1992) e sui valori
raccomandati da CODATA (1998).
I-24

Per selezionare questa costante:


massa del protone (mp)
massa del neutrone (mn)
massa dellelettrone (me)
massa del muone (m)
raggio di Bohr (a0)
costante di Planck (h)
magnetone nucleare (N)
magnetone di Bohr ( B)
costante di Planck, razionalizzata ( )
costante di struttura fine ()
raggio classico dellelettrone (re)
lunghezza donda di Compton ( c)
rapporto giromagnetico del protone ( p)
lunghezza donda di Compton
per il protone ( cp)
lunghezza donda di Compton
per il neutrone ( cn)
costante di Rydberg (R)
unit di massa atomica (u)
momento magnetico del protone ( p)
momento magnetico del elettrone ( e)
momento magnetico del neutrone ( n)
momento magnetico del muone ( )
costante di Faraday (F)
carica elementare (e)
costante di Avogadro (NA)
costante di Boltzmann (k)
volume molare dei gas perfetti (Vm)
costante molare dei gas (R)
velocit della luce nel vuoto (C 0)
prima costante di radiazione (C 1)
seconda costante di radiazione (C 2)
costante di Stefan-Boltzmann ()
costante dielettrica ( 0)
costante magnetica ( 0)
quanto del flusso magnetico ( 0)
accelerazione di gravit standard (g)
quanto di conduttanza (G 0)
Impedenza caratteristica nel vuoto (Z 0)
temperatura Celsius (t)
costante di gravitazione di Newton (G)
atmosfera standard (atm)

I-25

Introdurre questo numero


di costante scientifica:
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40

Alimentazione
Il tipo di pila da usare dipende dal numero di modello della
vostra calcolatrice.

Modello fx-991MS
Lattuale sistema di TWO WAY POWER fornisce due modi
di alimentazione: una cella solare ed una pila a bottone di
tipo G13 (LR44). Normalmente, le calcolatrici dotate solo
di una cella solare possono funzionare solo quando si in
presenza di una luce relativamente brillante. Il sistema di
TWO WAY POWER, invece, vi permette di continuare ad
usare la calcolatrice anche in presenza di una luce
sufficiente per leggere il display.

u Sostituzione della pila


Ciascuno dei seguenti sintomi indicano che la potenza
della pila bassa, e che la pila deve essere sostituita.
Le figure visualizzate sono deboli e difficili da leggere
in luoghi con poca luce disponibile.
Non appare nulla sul display quando premete il tasto
5.

u Per sostituire la pila


1 Rimuovere le cinque viti che
reggono in posizione il
coperchio posteriore, e quindi
rimuoverlo.

Vite

Vite

2 Estrarre la pila esaurita.


3 Pulire i lati della nuova pila
con un panno morbido e
asciutto. Inserirla nellunit,
con il lato positivo k orientato
verso lalto (come possibile
vedere nella figura).
4 Riposizionare il coperchio posteriore e fissarlo in
posizione con le cinque viti.
5 Premere 5 per laccensione. Assicurarsi di non saltare
questo passo.
I-26

Modello fx-570MS
Questa calcolatrice alimentata da una singola pila a
bottone del tipo G13 (LR44).

u Sostituzione della pila


Le figure deboli sul display della calcolatrice indicano
che la potenza della pila bassa. Continuando ad usare
la calcolatrice quando la pila bassa pu determinare
un funzionamento improprio. Sostituire la pila il pi presto
possibile, quando le figure visualizzate sono deboli.

u Per sostituire la pila

Vite

1 Premere A i per spegnere


lunit.
2 Rimuovere la vite che mantiene
in posizione il coperchio del
vano della pila, e quindi
rimuovere il coperchio.
3 Estrarre la pila esaurita.
4 Pulire i lati della nuova pila con
un panno morbido e asciutto.
Inserirla nellunit, con il lato
positivo k orientato verso lalto
(come possibile vedere nella
figura).
5 Riposizionare il coperchio della pila e fissarlo in
posizione con la vite.
6 Premere 5 per laccensione.

Spegnimento automatico
La calcolatrice si spegne automaticamente se non si
esegue alcuna operazione per circa sei minuti. In questo
caso, premere 5 per riaccendere lunit.

I-27

Caratteristiche tecniche
Alimentazione:
fx-570MS: Singola pila a bottone del tipo G13 (LR44)
fx-991MS: Cella solare e una singola pila a bottone
del tipo G13 (LR44)
Durata della pila:
fx-570MS: Circa 9.000 ore di visualizzazione continua
del cursore lampeggiante.
Circa 3 anni se la calcolatrice viene lasciata
spenta.
fx-991MS: Circa 3 anni (con 1 ora di uso al giorno).
Dimensioni: 12,7 (H)  78 (W)  154,5 (D) mm
Peso:

105 g inclusa la pila

Consumo:

0,0002 W

Temperatura di impiego: da 0C a 40C

I-28

CASIO COMPUTER CO., LTD.


6-2, Hon-machi 1-chome
Shibuya-ku, Tokyo 151-8543, Japan

SA0206-D Printed in China


CA 310034-1