You are on page 1of 4

http://www.ilmenu.com/consiglio.htm?

Consigli_ID=9

Avorio

Per pulire una collana di avorio ingiallita, strofinatela con un batuffolo di ovatta imbevuta in una tazza di
acqua tiepida alla quale avrete aggiunto un cucchiaio di acqua ossigenata a 12 volumi; asciugate bene e
poi con un altro batuffolo di ovatta passate i grani della collana con dell'olio di madorle.
Per pulire l'avorio ingiallito, strofinatelo con metà limone cosparso di sale fino. Lavate subito ed
asciugate.

Bronchite

In caso di bronchite, fate bollire tre mele con la buccia e tagliatele a fettine con 10g. di liquirizia in 1L. di
acqua per 20min. Filtrate e bevete prima di andare a dormire.

Caduta dei capelli

Per diminuire la caduta dei capelli, ogni sera, per 10 giorni, frizionatevi il cuoio capelluto con due cucchiai
di olio di oliva. Mettetevi un asciugamano sulla testa o una cuffia per andare a dormire. Al mattino lavatevi
i capelli con uno sciampo leggero.

CAPELLI GRASSI

Ecco un rimedio naturale per i capelli grassi:


- 20 ml di shampoo neutro
- 1 tuorlo d'uovo
- 7 gocce di olio essenziale al rosmarino
Frulla tutti gli elementi fino ad ottenere una pasta cremosa.
Questo tipo di shampoo perde le sue proprietà molto velocemente, deve essere quindi preparato ogni volta
che desideri usarlo.

CENTRINI E PIZZI

Se i centrini o i colletti di pizzo sono impolverati, e non avete tempo di lavarli a mano, metteteli all'interno
di una federa pulita, dentro al cestello della lavatrice, con un programma a ciclo delicato (30°) escludendo
la centrifuga.
Alla fine per inamidarli, sciacquateli in una soluzione di acqua e zucchero.
Occorrono 5 cucchiai di zucchero per mezzo litro d'acqua.
Fateli poi asciugare su un asciugamano che avrete steso su un tavolo, fissati con qualche spillo.

Copertine in plastica

Per pulire le copertine in plastica passatele con un batuffolo imbevuto di alcool. Vedrete quanto nero
toglierete e come saranno meno appiccicose dopo il trattamento.

Cuoio

Per rinnovare il cuoio, per esempio di una vecchia borsa, copritelo con del bianco d'uovo montato a neve,
aspettate che asciughi e spazzolate via il tutto. Quindi passate un po' di crema e del lucido neutro e pulite
bene.

Cura dei capelli

Per la cura dei capelli, bevete ogni giorno per un mese succo di arancia con l'aggiunta di un cucchiaio di
lievito di birra e di germe di grano.

Denti

Per sbiancare i denti senza il pericolo di intaccare lo smalto, bisogna usare questo rimedio: argilla bianca,
bicarbonato di sodio e di salvia, da usare sia separatamente che mescolati in un preparato. L'argilla serve
per togliere la patina, il bicarbonato regolarizza il ph della bocca, la salvia purifica l'alito.

Denti bianchi

Per rendere bianchi i denti, spazzolateli una volta la settimana con del succo di limone. Oppure, se
preferite, strofinateli con la scorza.

Doccia

Staccate la bocchetta della doccia dal tubo, immergetela in un contenitore dove avrete versato dell'aceto
bianco oppure un anticalcare e, infine, riaprite i fori incrostati con un vecchio spazzolino da denti.

lampadari di cristalli

Se avete dei lampadari di critalli a gocce potete lavarli senza smontarli:riempite un bicchiere con 3 parti di
acqua e una di alcool, sollevatelo fino a far immergere ogni goccia nel liquido e passate alla goccia
successiva senza asciugare, poichè provvederà l'alcool a far asciugare il cristallo senza aloni. Se ci sono
gocce che non riuscite a raggiungere col bicchiere, passatele con uno straccetto imbevuto nella soluzione.

Macchia di birra

Per eliminare le macchie di birra, applicate un pò di glicerina diluita, e poi un prodotto per il prelavaggio. In
alternativa, immergete la macchia per breve tempo in acqua e aceto.

Mal di gola

Ai primi accenni di mal di gola, fate dei gargarismi con un cucchiaio di sale grosso sciolto in un bicchiere di
alcool.

Materassi

Le macchie sui materassi si tolgono con una speciale schiuma a secco. Per pulirli non usare mai acqua e
detersivo, perchè la macchia si espande.

MUFFA

Per pulire le macchie di muffa sul muro basta passare uno straccio bagnato di alcool denaturato.

NERVOSISMO

Preparate una miscela con 4 cucchiai di biancospino, 4 cucchiai di tiglio, 4 cucchiai di fiori d’arancio, 4
cucchiai di violetta, 4 cucchiai di meliloto, 4 cucchiai di luppolo e 4 cucchiai di valeriana.
Prelevate 1 cucchiaino di questa miscela su cui versate 1 tazza d’acqua bollente e lasciate in infusione per
qualche minuto.
Due/tre tazze al giorno contro tutti i sintomi legati al nervosismo: emicrania, palpitazioni, crisi d’asma,
dolori gastrici.

Odore di fumo

Per eliminare l'odore di fumo da una stanza, prendete una spugna e tagliatela in misura di una coppetta;
preparate una soluzione di acqua e succo di limone, imbevete la spugna e appoggiatela sul fondo della
coppetta. Mettete quest'ultima nell'ambiente dove ci sono i fumatori, e l'odore sgradevole verrà subito
assorbito.

oggetti di bronzo

Per pulire gli oggetti di bronzo, strofinateli con un vecchio spazzolino da denti bagnato nel succo di limone.
Sciacquate e lucidate con un panno.
Oggetti di rame

Se possedete degli oggetti in rame e volete pulirli, strofinateli con un limone tagliato a metà e cosparso d
sale fino. Sciacquate e lucidate con un panno.

Pipa

Per pulire per bene e deodorare la pipa, usato uno scovolino bagnato in una soluzione al 50% di alcool e
acetone.

Pulizia freezer

Non lavate il freezer con il detersivo ma con acqua tiepida e bicarbonato. Ripassatelo quindi con aceto e
asciugatelo con un panno morbido e pulito.

Pulizia marmo

Per pulire al meglio i ripiani di marmo chiaro, utilizzate la polvere di pomice sciolta nell'aceto.

Segni del calore sul legno

Strofinate lungo le venature del legno con un panno morbido ed un po' di trementina. In alternativa, un
pulitore per metalli dovrebbe rimuovere la macchia. Passate uno straccio umido e pulito prima di lucidare
dinuovo la parte interessata.

Tartaro

Per eliminare il tartaro dai denti, schiacciate una fragola sullo spazzolino e sfregate i denti. Lasciate agire il
succo per 10min. prima di sciacquare. Ripetete più volte se necessario.

TOVAGLIA RICAMATA

Se la tovaglia è costellata di vino rosso, l'ideale per toglierle velocemente è ricordarsi di cospargerle subito,
quando si è a tavola, con del sale fino.
Se vi dimenticate di farlo, usate dell'acqua ossigenata.
Un'altra soluzione è di strofinare le macchie con dell'acquavite, oppure mettere la parte macchiata in un
catino, coprendola di sale fino e rovesciandovi sopra per 2 o 3 volte acqua bollente.

Urina

Immergete l'indumento in acqua fredda e ammoniaca. In alternativa, lasciate in ammollo per un breve
periodo di tempo in un liquido detergente, prima di procedere al lavaggio con acqua molto calda. Ricordate
che la temperatura dell'acqua deve essere scelta in base al tipo di tessuto.

Avorio ingiallito? Un semplice rimedio

A contatto con la pelle, l'avorio in genere tende a ingiallire: capita in particolare per i gioielli e per i tasti del
pianoforte.
Per eliminare questo 'difetto', si può immergere il bracciale o la collana - sempre che non si tratti
di pezzi antichi, per i quali vale un diverso discorso di patina - in acqua ossigenata a 24 volumi per
un'ora circa tenendo, però sempre sotto controllo l'effetto di sbiancatura raggiunto.

Si dovrà poi sciacquare abbondantemente (altrimenti l'azione dell'acqua ossigenata continua) e


asciugare con cura. Proprio perché aggressivo, questo trattamento non può essere compiuto con
frequenza.

Per pulire i tasti si passa un batuffolo di cotone imbevuto di acqua ossigenata e ben strizzato e poi si sciacqua
con uno straccetto bagnato in acqua, ugualmente strizzato con cura: diversamente si corre il rischio che l'acqua
faccia sollevare la lastra d'avorio dalla base in legno.
Infine, anche in questo caso, si asciuga con cura.

Per pulire l'avorio bisogna usare uno straccio di lana imbevuto in latte e acqua. Strofinare fino a far tornare gli

oggetti lucidi come nuovi.

Acido Ossalico
L'acido ossalico è un acido debole ma velenoso, che si vende in forma di cristalli bianchi. Viene
usato principalmente come smacchiatore, e toglie dai tessuti le macchie d'inchiostro e di
ruggine, dal legno e dalla carta le chiazze nere e le macchie d'inchiostro.
Deve essere poi rimosso perfettamente; se non è completamente eliminato dal legno, produce
macchie lucide. Una debole soluzione leva dal rame piccole parti di corrosione.
Come tutti gli acidi, può causare ulcerazioni e macchie, quindi usandolo si devono proteggere
le mani, gli abiti e i mobili.

Acqua Ossigenata
L'acqua ossigenata, o perossido d'idrogeno,è un liquido trasparente e incolore, usato come
sbiancante. È disponibile in farmacia in varie concentrazioni espresse in volumi (12, 24, 36,
130). I volumi si riferiscono alla quantità di ossigeno prodotta da un volume di soluzione, e la
concentrazione più comunemente usata è quella a 12 volumi. È venduta in bottiglie di vetro
scuro, e deve essere conservata in un posto fresco e buio. L'acqua ad alto volume (130) va
utilizzata con tutte le precauzioni che di solito si mettono in atto per gli acidi, in quanto se va a
contatto con la pelle può provocare ustioni.