You are on page 1of 2

FILOLOGIA GERMANICA-VACIAGO – LEZIONE 2

v. fotocopia Lesson 1 (pag. 2) paragrafo: the “class I weak” verb:

La dentale (d) contraddistingue tutte le forme del passato. Il passato del verbo debole si forma
con l’aggiunta di un suffisso dentale a cui poi segue la desinenza. La dentale la ritroviamo nei
verbi regolari.
Nell’esempio ci sono le forme dei pronomi personali messe prima del verbo: ic =io, þu = tu 
oggi in inglese abbiamo “you” ma le sue forme arcaiche erano: NOM: Thou – ACC: Thee ecc. Poi
abbiamo he, we, ge (2° pers. pl.) e hie (3° pers. pl.). Per il pronome della terza persona plurale
in inglese, oggi abbiamo altre forme: they, them ecc. che rappresentano un fenomeno
interessante  PRESTITO LINGUISTICO: il prestito nella sua forma + tipica riguarda il lessico.
Correlato è il concetto di CALCO SEMANTICO: la parola è autoctona ma acquisisce un
significato sulla base di un modello estero (es: Parlamento, realizzare ecc.). Tutti i prodotti “Di
importazione “ (es: spezie ecc.) sono prestiti. Quando c’è stata la conversione al Cristianesimo,
i monaci arrivati in Inghilterra a convertire le popolazioni germaniche hanno dovuto
elaborare un lessico cristiano da utilizzare per quelle popolazioni, quindi concetti che non
esistevano sono stati introdotti.
Per l’inglese è successo questo: nel tardo periodo anglosassone (IX-X-XI sec.), c’è stata una
forte presenza scandinava in Inghilterra (Vichinghi ecc.--> abitanti della Scandinavia o della
Danimarca che gradualmente si sono stanziati in Inghilterra occupandone una gran parte) 
[le lingue scandinave sono lingue germaniche] c’è stata una forte interferenza fra la lingua
degli abitanti e la lingua degli Anglosassoni e uno degli esiti di questa convivenza è stato il
fatto che le forme del pronome della terza persona plurale sono state sostituite nell’uso dalle
forme di origine scandinava,ed è la ragione per cui abbiamo le forme: them, they ecc. al posto
di hier (anglosassone) ecc.

v. fotocopia LESSON 1: pag. 2 parte [3]= the 3rd person masculine pronoun - notiamo i 4 casi
SING: he, hine, his, him PLUR: hie, hie , hiera , him  Nom. e Acc. sono uguali.
Fotocopia pag. 1 lesson 1: GRAMMAR: le forme che precedono il nome cyning sono forme che
svolgono la funzione di pronome dimostrativo ed essenzialmente anche di articolo  quindi
possiamo considerarli articoli determinativi (che sono declinabili) es: SE cyning significa IL re.
Es fotocopia grammar pag. 1: genitivo sing. Þæs þ = fricativa labio-dentale(f). Æ (si chiama
ash) (al contrario del latino in cui questo rappresenta un dittongo, nell’anglosassone è usato
per un suono vocalico caratteristico ossia una vocale bassa palatale).

Lettura frasi iniziali pag. 1 Lesson 1 con relativa traduzione in inglese:


Analisi alcuni esempi: Se cyning ferþ (ferþ è un verbo che significa andare e il suo infinito è
feran (v.pag2 [2]) to Reading = traduzione: il re va a Reading. Readingum è dativo! Nella terza
frase troviamo “bider” (there)  forme parallele dell’inglese moderno sono: There ,Thiter,
Thence – poi hence (da qui) usato anche come congiunzione (quindi , dunque) – nell’esempio
a riga 3 (lesson 1) troviamo fram  preposizione from. fram regge il dativo (in questo caso
plurale) beorgum significa montagne (è l’attuale Berg). FRAM (da –preposizione)
REGGE SEMPRE IL DATIVO !
Riga 4: mid (vuol dire con)  forma corrispondente tedesca è mit  mid regge il dativo.
Riga 5: “Mandano un servo al vescovo Wulfstane (Questo è un nome proprio scomponibile in
due parole – lupo (wolf)e pietra (stone) (leggere traduzioni in inglese) tun attuale town
(città) u diventa ow.
Riga 7: Vanno alla città (metaþ meet ) – biscop significa vescovo (è un prestito!) þone 
acc: ogg. diretto.
Riga 9: hine (acc)  lui = incontrano lui a Reading.
Riga 10: affidano a Wulfstane la città (nella traduzione entrust = affidare  bef.)
Riga 11: l’abate andò dalla montagna alla brughiera.
Riga 12: preostum (è un prestito dal latino!) ferde: passato  andò: trad: andò con i suoi
preti.
Riga 15: fliemde: espulse (l’infinito è flieman) trad: espulse i preti dalla città.
Riga 16: trad: poi allora espulse l’abate dalla città e il servo dell’abate.
Riga 18: lædde  (attuale lead)  la prima dentale è quella della radice a cui si aggiunge
quella del passato. Trad: condusse il suo servo con sé e andarono nella città sulla montagna.
Nel verbo si ha la 2-3 pers. sing. del presente con desinenza consonantica e poi al passato
abbiamo il suffisso dentale che caratterizza tutta la declinazione. Se la radice dentale termina
con la consonante che va a combinarsi con altre consonanti ci sono delle modifiche… nel caso
di laedde  la dentale sonora della radice + dentale suffisso del passato che “convivono“ e
non si modificano. In altri casi però ci sono dei fenomeni di assimilazione consonantica (pag. 2
lesson1 [a]). Fenomeni analoghi si possono trovare anche nella coniugazione del passato.
Riga 16 (pag 1 lesson 1)  Þa = NON è il pronome dimostrativo pl. (anche se la forma è
identica)  può essere anche congiunzione e avverbio (in questo esempio è un AVVERBIO che
significa “allora”). Se avv. o cong. si capisce in generale anche dall’ordine degli elementi.

Fotocopia lesson 2: (pag. 4) v. GRAMMAR paragrafo [1] the strong neuter noun: declinazione
identica a quella del nome masch. Le uniche forme diverse sono quelle indicate con un * . ossia
NOM e ACC PL. Mentre nel caso del nome masch. al pl. del nom e acc, c’è la desinenza –as, nel
nome neutro invece c’è una desinenza zero. Notare che il maschile e neutro sono simili tranne
delle eccezioni al sing. per il pronome e al pl. per il nome.
Stessa pag. “aggettivo forte” - desinenza –ne dell’agg. masch. e al dat. sing. desinenza –um.
Notare le differenze tra nome e aggettivo. Wise significa saggio (come in inglese).