You are on page 1of 3

REDAZIONE DI UN BUSINESS PLAN

3 Fattori importanti

Obiettivi: hanno una funzione motivante per sé e per gli eventuali altri destinatari del
documento redatto (ad es. finanziatori).
Ricerca di mercato e Piano marketing: deve dimostrare l'esistenza di spazi operativi e i
sistemi per conquistarli.
Conto economico: analisi illustrata di costi e ricavi.

Elementi indispensabili

1. Copertina: scrivere nome, indirizzo, telefono, email e tutti gli altri dati relativi alla
sede dell'attivitá, oltre ai propri dati personali.

2. Descrizione del progetto: descrizione sintetica dell'idea imprenditoriale, con una


definizione analitica di ogni prodotto o servizio che si intende offrire, le
caratteristiche tecniche, i materiali, i mezzi, i punti di forza e di debolezza, gli aspetti
innovativi, il prezzo. Comparare poi il tutto alla concorrenza.

3. Forma giuridica della societá: Se si tratta di un'impresa individuale, di una societá


di persone, societá di capitali o societá cooperativa (piccola, da 3 a 8 soci; normale,
da 9 in poi).

4. Compagine sociale e organico: evidenziare il profilo dei soci, con indicazioni circa
le qualifiche professionali e le esperienze precedenti. Definire inoltre ruoli e funzioni
interne ed esterne necessarie, la struttura dei compiti e le loro relazioni. Il sistema di
coordinamento e di gestione delle risorse umane.

5. Analisi di mercato: é bene compiere un'accurata ricerca di mercato nella quale


vadano evidenziati i risultati, il target di riferimento, il trend di settore, la
concorrenza, la struttura distributiva tradizionale del prodotto e del servizio che si
intende offrire.

6. Strategia di marketing: definizione del piano di marketing, elaborato in relazione


alla ricerca di mercato. Utilizzare la regola delle quattro P del marketing: prodotto,
prezzo, place (distribuzione), promozione. Non dimenticare di individuare con
precisione il bisogno di mercato che si andrá a esaudire. Con un profilo del
consumatore ideale, delle sue caratteristiche e delle sue esigenze.

7. Strumenti e prassi per raggiungere obiettivo imprenditoriale: descrivere tutti gli


strumenti necessari al raggiungimento dell'obiettivo. Descrizione delle sede
produttiva (dimensioni, ubicazione, tipo di immobile, contratto di affitto-acquisto,
lavori di ristrutturazione, limiti, vantaggi...), un elenco di fornitori di materie prime.
Il disegno tecnico, il processo di produzione o erogazione del servizio, il controllo
qualitá, i macchinari o le tecnologie utilizzate ecc.

8. Aspetti organizzativi della societá: definire in modo dettagliato il piano per la


gestione delle risorse umane. Numero dei dipendenti a ogni livello, curriculum
professionale di tutte le figure dirigenziali (sottolineando i punti di forza di ciascuno).
Tipologie contrattuali e formule di collaborazione. Il piano di assunzione di nuovo
personale, i percorsi di carriera, i progetti di formazione. Orari ed eventuali turni di
lavoro.

9. Piano finanziario: evidenziare i dati economico-finanziari. É innanzitutto necessario


il piano di start-up, con le fonti di finanziamento, i metodi e i tempi di rimborso. Ció
contempla:
• Piano di ammortamento dell'investimento iniziale.
• Previsione costi di gestione, dei flussi di cassa e dei ricavi d'esercizio. In particolare,
il conto economico mensilizzato per il primo anno, il conto economico annuale per i
primi tre anni, il piano dei flussi di cassa mensili per i primi dodici mesi, lo stato
patrimoniale annuale per i primi tre anni.
• Analisi dettagliata delle fonti di copertura finanziaria.
• Condizioni di pagamento concesse ai clienti e le condizioni richieste dai fornitori.
1. Promozione e pubblicitá: é necessario indicare in modo dettagliato i piani di
comunicazione pubblicitaria. In particolare, é meglio individuare gli strumenti piú idonei
alla promozione dell'attivitá dell'impresa, il messaggio che sará oggetto della
comunicazione, il tipo di investimento da sostenere nei primi tre anni.

Motivazione: é una parte molto personale, dove l'imprenditorie esprime quali sono le
ragioni profonde che lo inducono a scegliere la strada del rischio imprenditoriale. Si tratta,
in realtá, di un'indicazione molto importante per chi sceglie di finanziare l'idea. É la
motivazione profonda, la determinazione a non arrendersi alle difficoltá dell'imprenditore
che consente a un'idea di diventare impresa e ad un'impresa di avere successo.