You are on page 1of 17

Prof. F. Ponzoni a.a.

03-
04
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Due difficolta' del


sensismo
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Prima difficoltà:
Difficoltà a)
Il problema
dell'invisibile:
Esistono entità
invisibili.
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Alcuni esempi:
Concetti
Relazioni
Sentimenti
Enti
matematici
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Conclusione su difficoltà a)
Si deve concludere
che:
a) il sensismo è
sbagliato
Oppure
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

N.B.
Se concludo secondo b) il
sensismo rimane confutato,
non ancora il materialismo
in senso stretto.
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Seconda
difficoltà:
La trappola di
Filosofo irlandese,
Berkeley 1685-1753

Se esiste solo ciò che


sento allora nulla di
materiale esiste.
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04
La trappola di Berkeley secondo H.
Putnam di immaginare
In effetti cercare
una sedia che
non sia un dato sensoriale visivo
(cioè che non coincida con l'immagine visiva
soggettiva di una sedia)
equivale al tentativo di evocare l'immagine di una
sedia che non è (pensata come una distribuzione di
macchie di colore) identica (in quanto distribuzione di
macchie di colore) a nessuna immagine di un'immagine.
Poiché ciò non è possibile (nessuna fotografia di una
sedia può essere distinta da una buona fotografia di una
fotografia di una sedia, ne segue che non abbiamo nessuna
idea di sedia che sia distinta dalla nostra immagine
Hilary Putnam,
visiva di una sedia (di un “dato sensoriale a forma di
sedia”); e quindi (con una certa disinvoltura) filosofo americano
che l'idea di sedia sia qualcosa vivente.
in sovrappiù rispetto a un dato
sensoriale visivo è priva di significato o
autocontraddittoria.
(H. Putnam,
Mente, linguaggio e realtà,
p. 36)
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Conclusione:

Il sensismo che si
presenta come una forma
di materialismo si
trasforma inevitabilmente
nel suo esatto opposto.
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Difficolta' del
materialismo in
senso stretto
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Pregi del materialismo


stretto:
Non cade nella difficoltà
Il materialismo strettoa).
riconduce tutto l'invisibile a
qualcosa di materiale: i sentimenti sono
biochimica, le sensazioni sono scariche elettriche
nel cervello, gli enti matematici anche, etc.
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Una conseguenza del


Se il
materialismo
Esempi
materialismo è o: Se io so
Avere una
vero deve certa suonare il
capacità pianoforte
sussistere una significa significa
relazione bi- avere i che il mio
neuroni in cervello si
univoca fra troverà in
un certo
configurazioni stato un
materiale determinat
materiali e loro o stato
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

N.B.
E' essenziale che la relazione sia bi-
univoca cioè che ad uno stato mentale
corrisponda uno e un solo stato
“mentale”.
Se ciò non fosse vorrebbe dire che
esiste qualcosa di non materiale che
permette a due stati materiali diversi di
esprimere lo stesso stato mentale,
contraddicendo l'assunto del
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Domanda
iniziale:
É possibile affermare
che tutto ciò che è
reale è, in qualche
modo, materiale?
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04
Prof. F. Ponzoni a.a. 03-
04

Un' obiezione:
Esistono entità non
immediatamente
classificabili come
materiali.